in

così la barca italiana è riuscita a ribaltare lo svantaggio in Prada Cup- Corriere.it

cosi la barca italiana e riuscita a ribaltare lo svantaggio
Spread the love


La Coppa America quel gioco in cui tutto pi cambiare con un refolo di vento. Sempre battuta dallo squadrone in missione per conto di sua maest la regina Elisabetta, Luna Rossa riuscita a ribaltare gli equilibri quando le regate hanno cominciato a pesare come macigni: ha consentito a Ineos di batterla nei round robin, volata sul 2-0 nella serie di regate della finale di Prada Cup, la selezione dei challenger che decider lo sfidante dei detentori neozelandesi in Coppa America (6-22 marzo). Vincere quando pi serve: una dote dei campioni.

Coppa America, Luna Rossa in Prada Cup: le 7 armi per battere Ineos in finale


Una finale apertissima


Gi, ma come? Come ha fatto la Luna a ribaltare l’inerziamentre Ineos Uk volava in finale e aveva tutto il tempo di tornare in cantiere e poi di nuovo in acqua, per proseguire lo sviluppo di questa classe di barche nuovissime, dal potenziale ancora del tutto inesplorato, costrette dalla pandemia a saltare le World Series previste l’anno scorso e a condensare tutto il lavoro di sviluppo a Auckland, nel Golfo di Hauraki, dove si cominciato a regatare solo il 17 dicembre scorso? Luna Rossa cresciuta, innanzitutto, regatando. Si cresce di pi in gara che in allenamento: useremo questo periodo per migliorarci aveva ringhiato skipper Sirena quando i suoi marinai erano stati costretti a giocarsi tutta la posta nella semifinale di Prada Cup contro American Magic, la barca Usa naufragata. Era vero. Contro gli americani, battuti 4-0, gli azzurri hanno migliorato la velocit della barca, provato un nuovo set di foils (le alette che permettono agli Ac75, potenziati dai watt prodotti dai grinder chini sulle manovelle, di alzarsi in volo), ottimizzato la comunicazione a bordo (troppe chiacchiere non fanno mai bene al pozzetto), smarcato il trimmer della randa, il ligure Pietro Sibello, nel ruolo di tattico aggiunto: Sibello l’unico uomo sulla Luna (11 velisti) che cambia lato muovendosi come un gatto a poppa mentre lo scafo corre a 100 all’ora sull’acqua per cercare preziosi refoli di vento nel Golfo di Hauraki. Un po’ pi liberi di concentrarsi solo sul ruolo di timonieri quando Luna Rossa naviga sulle mura di loro competenza, e di flight controller quando sono sottovento, anche i due timonieri — Francesco Bruni from Palermo e James Spithill from Sydney — hanno trovato una migliore quadratura. E i dubbi sulla scommessa del doppio timoniere, una prerogativa del team italiano, sembrano evaporati.

Oltre agli uomini, la tecnologia. Dall’Italia, in vista della finale di Prada Cup, sono arrivati gli upgrade che skipper Sirena aspettava: derive, foils, vele. Tutta la Luna scesa in acqua rinnovata contro gli inglesi. E se l’errore del pluridecorato equipaggio al comando di Sir Ben Ainslie nella prima regata della serie apparso evidente — Ineos non riuscita ad alzarsi sui foil nella fase di pre-partenza e ha manovrato malissimo nell’aria leggera che non le si addice minimamente —, nella seconda la Luna si annessa il punto del 2-0 con autorevolezza. Non finita qui, naturalmente. Ma i segnali fanno ben sperare, e il vento che fa il suo giro non fa pi paura.

13 febbraio 2021 (modifica il 13 febbraio 2021 | 18:21)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Covid Italia oggi 13532 contagi e 311 morti bollettino 13

Covid Italia, oggi 13.532 contagi e 311 morti: bollettino 13 febbraio

Sci Veneto Zaia firma ordinanza per riapertura piste dal 17

Sci Veneto, Zaia firma ordinanza per riapertura piste dal 17 febbraio