in

Faccia a faccia Nardella-Commisso: «Sul Franchi aperti a collaborazioni»

Faccia a faccia Nardella Commisso Sul Franchi aperti a collaborazioni
Spread the love




La mattina a Palazzo Vecchio, da turista. La sera a Palazzo Medici Riccardi, da patron viola. È stato il lunedì dei palazzi storici per Rocco Commisso. Lunedì primo febbraio, dopo aver parlato a Radio Anch’io di Mercafir e Franchi e aver visitato di prima mattina il museo di Palazzo Vecchio (senza neanche farlo sapere prima al sindaco Dario Nardella), il presidente della Fiorentina ha finalmente tenuto l’incontro con il sindaco (questa volta sia di Firenze che della Città metropolitana) proprio nella sede della Metrocittà, nel tardo pomeriggio. Tema, ovviamente, lo stadio. Anzi, gli stadi.

Da una parte Nardella con i suoi collaboratori. Dall’altra Commisso con la sua famiglia. Oggi solo uno scarno comunicato, in arrivo dagli uffici di Nardella.«Nell’incontro – si legge – il sindaco ha ribadito l’intenzione del Comune di Firenze di procedere con il restyling dello stadio Franchi, sul quale restano aperte possibilità di collaborazione con Acf Fiorentina». Quali, sono ancora da definire, così come il Concorso internazionale di progettazione che Nardella ha annunciato per il restyling del Franchi. Ma se Commisso invece volesse andare a Campi? «Riguardo all’ipotesi di un nuovo stadio a Campi Bisenzio, il sindaco Nardella ha confermato piena disponibilità a valutare, insieme al Comune di Campi e alla Regione Toscana, un Piano di fattibilità tecnico-economica».

Nessuna novità operativa, solo la riapertura di un dialogo. Ma Nardella ha ribadito la posizione che aveva condiviso con il collega di Campi Emiliano Fossi e il presidente toscano Eugenio Giani. Per il Franchi, quando ci sarà il concorso, la Fiorentina potrebbe tornare a collaborare (Commisso però ha già detto: «Niente miei soldi per il Franchi, se è un monumento lo paghi lo Stato»). Se invece Commisso sceglie di andare altrove dovrà presentare una proposta concreta sulla quale gli enti locali e le istituzioni possano valutare cosa fare (soprattutto in termini di opere pubbliche per la mobilità) e decidere.

2 febbraio 2021 | 10:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Ritardi treni oggi guasto sul nodo di Milano Disagi anche

Ritardi treni oggi, guasto sul nodo di Milano. Disagi anche per il maltempo- Corriere.it

Governo Draghi nato in sicurezza con la responsabilita di salvare

Governo Draghi, nato in sicurezza con la responsabilità di salvare il Paese