in

Serie B risultati: vincono Cittadella, Lecce e Venezia. pari Salernitana

Serie B risultati vincono Cittadella Lecce e Venezia pari Salernitana
Spread the love


La squadra di Venturato aggancia il Monza, importanti successi in zona playoff per salentini e veneziani. Pareggio nel primo incontro del sabato tra Salernitana e Vicenza con le reti di Aya e Giacomelli.Ora in campo Spal-Empoli

Dopo l’anticipo di venerdì, che ha visto il Monza perdere a sorpresa in casa col Pisa per 2-0, la 23° giornata di Serie B prosegue oggi con sei match. La Salernitana spreca l’occasione di superare il Monza e prendersi, in attesa del Chievo (in campo domani a Brescia) il secondo posto solitario alle spalle dell’Empoli: l’1-1 contro il Vicenza è un risultato giusto, perché i veneti hanno giocato bene e avuto tante occasioni. Castori, però, può rimpiangere il rigore fallito da Tutino e l’incapacità dei suoi di mantenere il vantaggio. Complici anche gli altri risultati, la Salernitana è ora sesta. Ne approfitta così il Cittadella, che a Lignano Sabbiadoro batte il Pordenone per 1-0 (gol di Beretta) e raggiunge Monza e Chievo a 39, al secondo posto. Poco più in giù il Venezia di Paolo Zanetti, che vince all’Adriatico per 2-0 (autorete di Sorensen e gol di Modolo) e sale a 38, momentaneamente a -1 dalla promozione diretta: quinto risultato utile di fila per i veneti. Tre punti importanti quelli conquistati dal Lecce a Cremona: il 2-1 degli uomini di Corini, arrivato in rimonta dopo la rete di Gaetano (poi autogol di Castagnetti e rete di Rodriguez), rilancia i giallorossi a quota 35 e interrompe una serie di 4 gare senza vittorie. Complicata, invece, la classifica dei lombardi, quindicesimi a 23 punti e reduci da due sconfitte di fila. Alle 16 la capolista Empoli scende in campo al Mazza di Ferrara contro la Spal. Domani Entella-Frosinone, Reggiana-Ascoli e Brescia-Chievo, lunedì il derby calabrese tra Cosenza e Reggina.

PORDENONE-CITTADELLA 0-1

—  

Dopo il pareggio-beffa del turno infrasettimanale contro il Cosenza, arrivato al 94’, il Cittadella si prende i 3 punti contro il Pordenone e si rilancia al secondo posto in classifica. Al 15’ Beretta, che poco prima aveva preso una traversa, sfila alle spalle della difesa friulana e fa 1-0. Dopo un minuto Morra sfiora il pari, ma Maniero è reattivo e manda in angolo. È probabilmente la migliore occasione per i padroni di casa, perché il Cittadella, per il resto della gara, controlla agevolmente la partita fino al triplice fischio.

PESCARA-VENEZIA 0-2

—  

Una partita dominata quella degli uomini di Paolo Zanetti, contro un Pescara che non riesce a schiodarsi dall’ultimo posto in classifica. Ad aprirla è un autogol dell’ex juventino Sorensen, che di testa infila Fiorillo sul calcio d’angolo di Taugourdeau. Nel primo tempo i veneti hanno anche altre occasioni per il raddoppio (con Aramu e Bocalon), e i biancazzurri sfiorano nuovamente l’autorete ancora con Sorensen e Masciangelo, ma il portiere è attento. Nella ripresa un colpo di testa di Modolo, sempre da calcio d’angolo, inchioda un incolpevole Fiorillo e mette il punto sulla sfida. Sotto la nevicata dell’Adriatico, a 5 dalla fine, Felicioli trattiene Ceter in area e fa fallo da rigore: l’attaccante biancazzurro, però, spara alle stelle la possibilità di riaprire il match.

CREMONESE-LECCE 1-2

—  

Dopo 6 minuti Ciofani trova Gaetano in area con un preciso passaggio filtrante e batte Gabriel per l’1-0 lombardo. Il Lecce, che per la prima volta schiera Pablo Rodriguez dal 1’, si vede prima con Bjorkengren e poi con lo stesso spagnolo, che con un suo cross propizia l’autorete di Castagnetti che vale il pari. Nella ripresa è proprio il 19enne scuola Real a ribaltare la gara e portare i giallorossi in vantaggio: quarto gol in sei partite per il gioiellino di Corini. In pieno recupero l’espulsione di Ravanelli complica le speranze del pari dei grigiorossi, che si spengono al 94’ su un tiro di Pinato finito alto.

SALERNITANA-VICENZA 1-1

—  

Sarà la voglia di vendicare il k.o. contro il Monza, arrivato negli ultimi 10 minuti di gara, ma all’Arechi il Vicenza parte col piede sull’acceleratore e al 5’ va vicinissimo al gol per due volte con Gori, che di testa prima impegna Belec in tuffo, poi scheggia la traversa su assist al bacio di Barlocco. Lo spavento scuote la Salernitana, che al 30’ si vede assegnare un calcio di rigore per un contatto (dubbio) in area tra Valentini e Tutino. Lo stesso Tutino, però, va di potenza e colpisce la traversa, pareggiando il computo dei legni con i veneti. Secondo rigore di fila sbagliato per i granata, dopo quello fallito il 1 febbraio da Djuric a Reggio Calabria. Nella ripresa, anche a causa di un campo appesantito dalla pioggia, la partita si fa più fisica e meno divertente, almeno fino all’80’: punizione dalla sinistra di Durmisi, colpo di testa di Aya e vantaggio granata. Un vantaggio che dura solo due minuti, perché Giacomelli, con un siluro da fuori area, batte un disattento Belec e fa 1-1.



Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

ArcelorMittal Italia appello a Consiglio Stato contro chiusura area a scaled

ArcelorMittal Italia, appello a Consiglio Stato contro chiusura area a caldo Taranto

Poliziotti uccisi a Trieste Meran capace di intendere e volere

Poliziotti uccisi a Trieste, “Meran capace di intendere e volere”