in

Hakimi-Lazzari, il duello alta velocità di Inter-Lazio

Hakimi Lazzari il duello alta velocita di Inter Lazio
Spread the love


Conte e Inzaghi hanno bisogno degli esterni per esaltare il proprio credo calcistico. E con Achraf e Manuel Inter e Lazio volano in fascia. I due sono tra i migliori specialisti della Serie A, capaci di viaggiare oltre i 34 km/h. Strappi, sovrapposizioni, assist: che sfida

D’accordo, Lukaku contro Immobile. E certo, la chiave spesso è al centro quindi Barella su Luis Alberto. Però quanto può essere elettrizzante la sfida a distanza tra i due difensori più attaccanti della Serie A. Achraf Hakimi e Manuel Lazzari potrebbero essere gli uomini chiave del big match di San Siro, con due allenatori che giocano in maniera speculare e cercano la gloria sulle fasce. Ma sullo sviluppo delle trame offensive la bilancia pende clamorosamente a destra, dove Hakimi e Lazzari spingono con forza e qualità: quattro assist per entrambi in questo campionato, con l’interista che si fa preferire anche come terminale dell’azione (6 gol a 1) mentre il laziale potrebbe dare al collega qualche dritta in più sulle coperture preventive e le diagonali difensive. Quel che è certo è che la loro velocità potrebbe essere la scintilla che accende Inter-Lazio. E che probabilmente avrà tolto il sonno a Conte e Simone Inzaghi in sede di preparazione al match.

Marrakech Express

—  

Hakimi è praticamente un attaccante aggiunto, l’uomo più temuto oltre alla Lu-La da chiunque sfidi l’Inter. Scatto bruciante, progressione potente, capacità di calciare con entrambi i piedi e di essere letale anche da fuori area. Achraf ha imparato in fretta quanto conti l’effetto sorpresa in un calcio tattico come quello italiano. La profondità va attaccata a mille all’ora per sfruttare spazi e superiorità numerica, ma quando l’avversario prende le misure, ecco il cambio di copione: contro Bologna e Roma ha colpito così, accentrandosi e battendo di sinistro a giro. Ci ha messo un po’ ad inserirsi nel sistema di gioco contiano, a capire soprattutto le dinamiche in fase di non possesso. Ma oggi è uno degli insostituibili e ci sono anche i numeri a spiegare il perché. Detto dei sei gol che ne fanno il terzo marcatore nerazzurro, è il numero di cross (3,57 di media a partita) e delle occasioni create (1,19) a segnare la differenza con la media degli esterni del campionato, triplicati nelle due voci. E in campo aperto è devastante, con punte di velocità che arrivano spesso oltre i 34 km/h.

Quantità e qualità

—  

E lo stesso vale per Lazzari. I suoi strappi e le sue accelerazioni sono diventati, nelle ultime due stagioni, il valore aggiunto della banda Inzaghi. In una squadra già ricca di soluzioni offensive, Lazzari ha portato corsa e sprint sulla fascia destra. Un moto perpetuo, quello dell’ex giocatore della Spal, capace di creare quasi sempre superiorità numerica. Un maratoneta per continuità di corsa, ma vero sprinter in quanto a velocità. Quella massima (34,9 km/h) l’ha toccata nella gara di andata contro l’Atalanta. Ma in quasi tutte le partite giocate dalla Lazio il suo picco di velocità è stato superiore ai 30 chilometri orari. Nella scorsa stagione alla quantità di questi numeri Lazzari aveva aggiunto una minore qualità di assist e gol. Quest’anno ha completato la sua crescita: ha segnato una rete (la prima in campionato con la Lazio) ed ha fin qui sfornato quattro assist. Affinando tantissimo l’intesa col “vicino” di corsia Milinkovic, che lo lancia ad occhi chiusi e lo manda quasi sempre verso la porta avversaria. Questa sera dalle loro parti transiteranno Perisic ed Eriksen. Una scelta, quella di Conte, a trazione offensiva, che costringerà Lazzari ad un super lavoro in fase di copertura. Ma c’è da star certi che, appena avrà l’occasione di liberare la sua corsa, non se la farà sfuggire.



Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Autopsia Laura Perselli la madre di Benno Neumair e stata

Autopsia Laura Perselli, la madre di Benno Neumair è stata strangolata- Corriere.it

criticita in Toscana e Campania

criticità in Toscana e Campania