in

Inter-Lazio, le formazioni e dove vederla. Senza Vidal Conte pensa a Eriksen- Corriere.it

Inter Lazio le formazioni e dove vederla Senza Vidal Conte pensa
Spread the love


Probabili formazioni
Milano, ore 20.45
Inter (3-5-2 ):
Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lukaku, Lautaro. All.: Conte
Lazio (3-5-2): Reina; Patric, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Marusic; Correa, Immobile. All.: Inzaghi
Arbitro: Fabbri
Tv: ore 20.45 Sky

L’Inter parte per il suo ultimo viaggio, il più importante, verso lo scudetto. La strada da qui in avanti è sgombra, ma è soltanto una. Senza più impegni di coppa, Conte può concentrarsi sul campionato e, forse anche per questo, apre la vigilia della Lazio deciso ad archiviare la lite con il presidente della Juve, Andrea Agnelli. «La verità l’hanno vista e sentita tutti, questo per me è importante. Detto ciò, calciatori, giocatori, dirigenti, sono modelli educativi. Mi dispiace, sono qui per scusarmi perché ho reagito a una provocazione e a degli insulti in modo sbagliato. Avrei potuto reagire meglio, alzando un pollice o facendo un applauso, mi dispiace e mi scuso. Avrei dovuto rispondere in maniera diversa».


Le scuse per il dito medio non sono di facciata, Conte non è un falso. Il tecnico sottolinea però di aver risposto a provocazioni e insulti. Chissà se anche dal presidente Agnelli arriverà una presa di coscienza e un’ammissione di colpa, nel mentre il direttore sportivo dei bianconeri Paratici ha preferito il silenzio. In ogni caso accerterà le responsabilità il Procuratore Federale Giuseppe Chiné: ha avviato un’indagine e convocato il quarto uomo, Daniele Chiffi. Proprio quest’ultimo era stato invocato da Conte, «ha visto e sentito tutto» disse il tecnico nel dopo partita. In settimana l’allenatore sarà ascoltato: non dovrebbe rischiare più di una multa.

Prima amici poi rivali, la lite tra Conte e Agnelli

Dal Procuratore dovrà presentarsi pure Romelu Lukaku, ancora per gli strascichi della lite con Ibrahimovic nel derby di Coppa Italia. Uno scontro che qualche scoria deve averla lasciata sul centravanti belga. «Può sbagliare il calciatore, il dirigente o l’allenatore. Non posso credere che Romelu stia pensando a vicende fuori dal calcio giocato. Sa benissimo che abbiamo bisogno di lui, magari le ultime prestazioni sono state opache, ma contiamo su di lui». Il belga nelle ultime sei giornate di campionato ha trovato il gol solo con il Benevento. Di là c’è una Lazio in grande ascesa, reduce da sei vittorie di fila e in rete da 17 partite consecutive. Immobile va a caccia del 150° gol in serie A e Simone Inzaghi promette battaglia: «Venderemo cara la pelle con tutti. Il nostro scudetto è centrare la qualificazione in Champions, dopo essere arrivati agli ottavi».

L’Inter insegue il Milan e lo scudetto, quello vero. La Lazio fa paura in attacco, i nerazzurri però dietro hanno trovato il giusto equilibrio, non prendono gol da quattro turni in campionato e capitan Handanovic vorrebbe festeggiare la 500ª presenza in serie A continuando a non subire reti. Conte parla di una «crescita evidente dell’Inter che ha fatto passi da gigante in avanti, gli avversari ci rispettano e abbiamo ritrovato credibilità, ma ancora non siamo dove vorremmo essere: solo uno stupido non vede i progressi fatti». Senza Vidal, il tecnico potrebbe confermare Eriksen, già schierato in Coppa Italia martedì. Il danese sta scalando posizioni, quello che spera di fare anche l’Inter

13 febbraio 2021 (modifica il 13 febbraio 2021 | 23:53)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Torino Genoa le pagelle un Belotti da 55 si smarrisce Rovella

Torino-Genoa, le pagelle: un Belotti da 5,5 si smarrisce. Rovella 7: predestinato

Spezia Milan 2 0 per Pioli 4 sconfitte in 38 giorni Le

Spezia-Milan 2-0: per Pioli 4 sconfitte in 38 giorni. Le precedenti in 11 mesi…