è la 4oª in uno Slam. Ora sfida alla Osaka, l’allieva prediletta- Corriere.it

E se fosse davvero la volta buona? In un Australian Open condizionato dagli infortuni — e ne ha fatto le spese, ahinoi, anche Matteo Berrettini lunedì — Serena Williams a 39 anni suonati sembra una meravigliosa eccezione. Demolita 6-3 6-3 Simona Halep, Serena continua a sognare il 24° Slam e il record di Margaret Court: mancano due ostacoli, il primo sarà la semifinale con Naomi Osaka, una che nella sua crescita si è ispirata proprio alle sorelle Williams e in particolare a Serena.

Strapotere fisico

Quaranta semifinali in un torneo dello Slam sono un’enormità: dieci anni tra le prime quattro di uno dei quattro tornei più importanti al mondo. Quest’anno, Serena — preoccupata per l’assenza improvvisa del pubblico dopo il lockdown proclamato nello stato di Victoria — si è presentata a Melbourne con una tuta che lascia una gamba nuda, ispirata a Florence Griffith. E in velocità, come Flo-Jo, si è sbarazzata anche della romena, seconda testa di serie del tabellone. Ventiquattro colpi vincenti, le solite accelerazioni strette e improvvise, uno strapotere fisico che l’età non sembra scalfire. E anche a inizio secondo set, quando Halep era partita con due break consecutivi, Serena è stata lì, colpo su colpo, fino a chiudere in un’ora e 23’, con l’87% di punti vinti con la prima di servizio.


«Il match migliore»

A fine partita, la più piccola delle due sorelle Williams è il volto della felicità: «È stato il miglior match che ho giocato, contro la numero 2 del mondo serviva questo. Mi sento bene, sento di avere le gambe preparate per correre molto e recuperare palle complicate. Naomi? È fortissima, abbiamo un feeling particolare, ci stimiamo molto. È una persona da cui trarre ispirazione. Dentro e fuori dal campo. Cercherò di fare il mio meglio, sono molto eccitata per questo match». Anche perché il record è lì, a due passi.

16 febbraio 2021 (modifica il 16 febbraio 2021 | 11:45)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Pioli: ‘Ottavi meritati. Ma dobbiamo tornare a dominare le partite’

“Se pensiamo alla nostra stagione il bicchiere è ancora colmo di positività. Queste difficoltà ci …

Rispondi