Marta Bassino medaglia d’oro ai Mondiali Cortina. Brignone: “Regole ingiuste”

MARTA BASSINO MEDAGLIA D’ORO AI MONDIALI DI CORTINA. DEDICA ALLA SQUADRA E SOFIA GOGGIA

Marta Bassino ha vinto la medaglia d’oro ai Mondiali di sci alpino di Cortina 2021 nel gigante parallelo, disciplina all’esordio in una rassegna iridata. “Incredibile, bellissimo – le prime parole della Bassino -. E’ stata veramente una lotta, c’era da combattere, sapevamo che la parte blu era più lenta. Questa per ora è la ciliegina sulla torta, mi sono tolta un peso. Una dedica? Alla mia squadra, dietro questo risultato c’è tanto lavoro. Penso anche a Sofia Goggia che non è qui”


FEDERICA BRIGNONE: ‘REGOLE INGIUSTE, GARA INDECENTE’


“Questo regolamento e’ ingiusto, sono arrabbiatissima. La prima che disputava la prima run sul tracciato piu’ veloce poteva rifilare soltanto mezzo secondo di distacco all’avversaria e poi prendere magari sei o sette decimi nella seconda. Secondo me non e’ corretto: tra una run e l’altra si e’ vista molta differenza. E’ stata una gara indecente, soprattutto perche’ era al Mondiale. Mi spiace perche’ mi sentivo forte”.  Alla valdostana non e’ andata giu’ la differenza di prestazione tra le due piste e il regolamento che fissava in 50 centesimi il massimo distacco dopo la prima prova.

La piemontese batte nell’ordine Meta Hrovat agli ottavi, Federica Brignone ai quarti, Tessa Worley in semifinale e infine Katharina Liensberger nella sfida conclusiva.

Marta Bassino si era qualificata per un solo centesimo alla fase finale del parallelo (i sedicesimi che portavano a sfida su doppia manche).

Per la 25enne (fra pochi giorni) sciatrice italiana si tratta della prima medaglia d’oro in carriera ai Mondiali, la seconda assoluta (bronzo nella gara a squadre a Are nel 2018). In questa rassegna aveva concluso undicesima in supergigante e sesta nella combinata.

Giovedì darà l’assalto a un’altra medaglia, nella specialità che le sta più a cuore: lo slalom gigante, dove è al primo posto nella classifica di Coppa del Mondo in una stagione che l’ha vista vincere quattro gare su sei (460 punti davanti a Tessa Worley con 336, Michelle Gisin a 312, Federica Brignone a 283 e Mikaela Shiffrin a 280).

Sul terzo gradino del podio sale la francese Worley, che ha battuto nella finalina l’americana Paula Moltzan.

L’Italia muove finalmente il medagliere iridato, ancora a secco fino all’impresa di Marta Bassino.

Fuori nelle qualificazioni del mattino le azzurre, Lara Dalla Mea e Laura Pirovano, mentre Brignone si e’ dovuta arrendere a BASSINO nel derby azzurro dei quarti di finale.




Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Marchisio possibile candidato del Pd a sindaco di Torino, l’ex calciatore sarebbe disponibile- Corriere.it

Lo candideranno? Ma soprattutto, lo voteranno? Dimenticandosi della sua militanza juventina, visto che Torino una …

Rispondi