La disputa delle orbite: colpi bassi tra Musk e Bezos sui satelliti nello spazio


E accusa senza mezzi termini Musk di volere, con le modifiche proposte, ostacolare la concorrenza tra i sistemi satellitari, anzi, ed è pesante come accusa, di tentare di «soffocare la concorrenza nella culla nel loro interesse, ma non nell’interesse del pubblico».

Ovviamente secondo Elon Musk, che oramai parla principalmente con brevi messaggi su Twitter, è esattamente il contrario e Bezos lo vuole danneggiare.Inutile seguire il processo fatto di “avevo detto … avevamo inteso”: per la prima causa legale “spaziale” della New Space Economy ora se la sbrigherà la Federal Communication Commission.

A noi tocca considerare, come fatto già mesi fa, come gli Stati Uniti ritengano corretto appropriarsi di tutte le orbite possibili, in assenza di una legislazione internazionale condivisa, che peraltro l’Onu non sembra neppure voler affrontare.

Ma lo spazio di chi è? Le orbite possibili sono una risorsa limitata, come le frequenze, e occuparle tutte, o quasi, con migliaia di satelliti significa creare un monopolio di fatto che sarà poi impossibile scalfire. La distribuzione di Internet in tutti i posti disagiati del mondo, che sembrerebbe un’opera quasi filantropica, di sicuro rappresenta invece poter disporre di una situazione di monopolio su cui veicolare i propri successivi prodotti.

Che ne diremmo se in tutto il mondo i fornitori di energia elettrica fossero solo due, e magari costruissero anche i lampadari e le lampadine?


Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Samsung ci spiega la next-gen ISOCELL 2.0

Samsung ha annunciato la sua nuova tecnologia ISOCELL 2.0. Scoprite di cosa si tratta e …

Rispondi