Serie A, domenica corsa scudetto con il derby Milan-Inter

Domenica la terza stracittadina della stagione. Nell’ultima, in Coppa Italia, ci sono stati la rissa tra Zlatan e Lukaku, il gol del giocatore più vecchio (lo svedese) e quello più tardivo (del danese) che ha deciso la sfida. Tutti i numeri del grande match

Derby della Madonnina, atto terzo. Dopo la partita dell’andata decisa da Zlatan Ibrahimovic (doppietta) e quella di Coppa Italia caratterizzata dalla rissa Ibra-Lukaku e risolta in pieno recupero dalla punizione di Christian Eriksen, San Siro ospita domenica pomeriggio alle 15 la terza stracittadina di Milano della stagione. Peccato che anche questa partita si giochi in uno stadio deserto, senza tifosi, senza cori, senza coreografie e… senza incasso: probabilmente, sarebbe stato superato il record di 5 milioni 700 mila euro fatto segnare il 17 marzo 2019 (Milan-Inter 2-3). Anche senza pubblico il match potrebbe avere però un peso fondamentale nella corsa scudetto. Con la sconfitta del Milan a La Spezia e la vittoria dell’Inter sulla Lazio, i nerazzurri di Antonio Conte sono balzati al comando della classifica e con un altro successo avrebbero la possibilità di allungare a +4 sui cugini rossoneri, dando una significativa prova di forza anche a tutte le altre aspiranti allo scudetto, costrette a rincorrere.

I PRECEDENTI

—  

Dal primo derby giocato il 10 gennaio 1909 (vinto dal Milan per 3-2 in prima categoria) all’ultimo di gennaio, sono passati 102 anni. Le gare ufficiali sono complessivamente 227, con 83 successi dell’Inter, 77 del Milan e 67 pareggi. Anche per quanto riguarda le reti segnate, c’è equilibrio: 312 quelle realizzate dai nerazzurri, 304 quelle dei rossoneri. Il più presente è il milanista Paolo Maldini, oggi dirigente, con 56 derby, seguito dall’interista Javier Zanetti con 47. Tra i bomber, nessuno ha segnato più di Shevchenko (14 gol con il Milan, davanti a Meazza che ha fatto gol con entrambe le squadre e si è fermato a 13). Si gioca “in casa” del Milan dove l’Inter non perde da quattro anni (1-0 in Coppa Italia nel 2017) e dove ha vinto le ultime due volte, nel 2019 (3-2 in marzo con i gol di Vecino, De Vrij e Lautaro per l’Inter; Bakayoko e Musacchio per il Milan; 2-0 in settembre con reti di Brozovic e Lukaku). Per l’ultima vittoria “casalinga” del Milan bisogna tornare al 31 gennaio 2016: 3-0 con gol di Alex, Bacca e Niang.

I RECORD

—  

Il derby di Milano, in oltre un secolo di storia, tra campionato e coppe varie è stato giocato in sei stadi diversi, una volta perfino all’estero (a Pechino per la Supercoppa italiana del 2011). Ibrahimovic è il giocatore più vecchio ad avere segnato in un derby della Madonnina (nella sfida di coppa dello scorso gennaio a 39 anni e 115 giorni) e l’unico a essersi laureato capocannoniere con entrambe le squadre (con l’Inter nel 2008-09 e con il Milan nel 2011-12). La partita con più gol (11) è del 6 novembre 1949 (Inter-Milan 6-5). Due interisti, infine, hanno segnato il gol più veloce (Sandro Mazzola il 24 febbraio 1963 dopo 13 secondi) e il più tardivo (Christian Eriksen lo scorso 26 gennaio al 97’34”).


Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Inter: intervista a Lautaro Martinez

Un estratto dell’intervista all’attaccante nerazzurro: “Il distacco sulla seconda non è casuale ma frutto del …

Rispondi