«È un addio?». E lei scoppia in lacrime- Corriere.it

Serena Williams perde in due set, ancora una volta contro Naomi Osaka (6-3, 6-4) e si mette la mano sul cuore lasciando il campo e gli Australian Open. In conferenza stampa le chiedono se per lei quel gesto significasse un addio. E lei risponde: «Se pure lo fosse, non lo direi a nessuno», prima di scoppiare in lacrime. Si chiude così, in semifinale, la rincorsa della campionessa americana verso il record dei 24 slam vinti di Margaret Court Smith. Con una parola, «farewell», addio, che risuona nell’arena deserta di Melbourne.

Le lacrime

Non è la prima volta che Serena interrompe la conferenza stampa per un improvviso momento di commozione. Era già accaduto in passato con la stessa Osaka, con Kerber, con Halep, con Andreescu. All’età di 39 anni, ne compirà 40 il 26 settembre, ha forse capito che sta calando il sipario sul suo viaggio straordinario nel mondo del tennis, le sue imprese epiche, le sue vittorie indimenticabili. E sui tanti trofei, che resteranno comunque nella storia di questo sport.


L’ultima vittoria

La Williams ha vinto il suo ultimo titolo importante nel 2017 a Melbourne Park prima di prendersi una pausa per dare alla luce la figlia Alexis Olympia. Dati alla mano, ha perso quattro finali importanti da quando è tornata al tennis nel 2018. Sconfitta dalla Osaka, dalla Rod Laver Arena è stata salutata con una una standing ovation, fermandosi un momento per mettere la mano sul cuore e salutare la folla. «Il pubblico australiano è fantastico, è stato bello poterlo rivedere», ha detto Serena. «Questo è un addio? Se mai dovesse esserlo, non lo dirò a nessuno». Poi: «Se è stata una brutta giornata? Non lo so. Ho finito», prima di soffocare tra le lacrime. Un’immortale che crede di essere diventata mortale all’improvviso: «La differenza in questo match sono stati gli errori commessi. Ne ho fatti tanti, ho avuto tante opportunità per essere in vantaggio». Adesso arriverà il tempo di riflettere per capire quanta energia c’è nel fisico per tagliare quel famoso traguardo dei 24 Slam. Ma anche senza, resterà per sempre Serena Williams.

18 febbraio 2021 (modifica il 18 febbraio 2021 | 09:24)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Serie A, Napoli-Bologna 3-1: gol di Insigne, Osimhen e Soriano

Gli attaccanti fanno felice Gattuso, ma Sinisa avrebbe meritato di più: due gol annullati a …

Rispondi