Milan, Theo Hernandez segna il primo gol in Europa. E si supera

Quinto gol stagionale per Hernandez, più 6 assist: nella prima annata col Milan si fermò a 10. Saprà essere un’arma offensiva per Pioli anche nel derby?

Mai banale, Theo Hernandez. E mai ordinario nelle prestazioni: o si prende la scena in positivo o – più raramente – diventa protagonista in negativo. A Belgrado il numero 19 rossonero è salito sul palco dalla parte giusta, quella illuminata dai riflettori: dopo meno di un quarto d’ora ha fatto le prove generali del primo gol europeo (Var, tocco di mano, annullato), nella ripresa l’ha trovato su calcio di rigore. Penalty fortemente cercato da Theo, che in un altro paio di occasioni è arrivato fino all’area avversaria, andando a terra senza che l’arbitro indicasse il dischetto. È la sua prima rete europea tra i grandi: ne aveva segnate un paio in Youth League con l’Atletico, ma insomma, per i conteggi tra i professionisti quelle non valgono.

Theo supera Theo

—  

Senza Ibra e senza Kessie, è toccato all’ex terzino del Real Madrid posizionare il pallone a undici metri dal portiere Borjan. Non ha tremato, firmando una rete che pesa tanto in vista della qualificazione agli ottavi di Europa League, nonostante la beffa del 2-2 incassato al 93′, quando il francese era già stato sostituito. È il 5° centro per Theo in questa stagione, a cui vanno sommati 6 assist: determinante in 11 gol rossoneri, insomma, mentre nell’annata 2019-20 si fermò a 10 (7 gol e 3 assist, dato Opta).

Energie inesauribili

—  

Sulla personalità e sulle doti di Hernandez in fase di spinta non c’erano dubbi, la gara del Marakana non ha fatto che confermare quanto si sapeva. Qualche apprensione poteva nascere per i compiti difensivi (Ben, sul lato destro dell’attacco serbo, è un cliente scomodo), ma tutto sommato il Milan ha retto discretamente, da quella parte. Poi c’è il capitolo derby: per Theo niente turn over. Ma se da una parte significa fatica extra in vista del derby, lui che è il principale stacanovista rossonero tra gli uomini di movimento, dall’altra la prova del Marakana è un’iniezione di fiducia che può fare solo bene. Pioli avrà un gran bisogno di lui, contro l’Inter. E non solo per limitare Hakimi, in uno dei duelli più tecnicamente pregevoli che la Serie A possa offrire: Theo serve a tutto campo, a questo Milan che cerca il controsorpasso.


Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Orsato in tv: ‘Il fallo di Pjanic di 3 anni fa? Fu un mio errore’

Prima presenza tv per un fischietto nel pieno di una giornata di Serie A. ”Sì, …

Rispondi