Premier, l’Arsenal contro il Manchester City e la tradizione

Il distacco in classifica è abissale (20 punti) e i londinesi hanno perso le ultime 7 partite di campionato contro il Manchester: solo una volta nella sua storia ne ha perse di più contro un singolo avversario

I punti di distacco tra la capolista Manchester City e l’Arsenal che galleggia a centro classifica sono 20: un abisso. E anche la tradizione recente nella sfida tra le due squadre sembra non concedere molte speranze ai Gunners. Per dire: l’Arsenal ha perso le ultime 7 partite di campionato contro il City e solo una volta ne ha perse 8 (contro il Leeds tra il 1973 e il 1976). Il City, tra l’altro, non ha perso nessuna delle ultime 10 partite di Premier contro l’Arsenal, realizzando almeno 2 gol in nove occasioni. Al contrario i londinesi non hanno segnato in nessuna delle ultime tre gare casalinghe di Premier contro il City. E nella loro storia i Gunners non hanno mai concluso quattro partite consecutive in campionato, nel proprio stadio, contro un singolo avversario, senza mai andare a segno.

LA SITUAZIONE

—  

Il City è oggettivamente una macchina da guerra: sono 17 le vittorie consecutive (12 in Premier) e dopo la vittoria sull’Everton di Ancelotti nel recupero, il vantaggio sulle seconde Manchester United e Leicester è salito a 10 punti. Imprendibile Pep Guardiola, mentre Mikel Arteta deve fare i conti con una squadra balbettante, che dopo aver conquistato appena un punto in tre partite in campionato si è riscattata contro il Leeds (4-2) e ha pareggiato 1-1 con il Benfica in Europa League. In casa il cammino è diventato più regolare: l’Arsenal è infatti imbattuto da 6 partite (3 vittorie e 3 pareggi) dopo aver perso ciascuna delle quattro precedenti, ha realizzato almeno 3 gol in ciascuna vittoria e tenuto la porta inviolata in tre delle quattro partite più recenti.

GIOCATORI

—  

Aubameyang ha segnato una doppietta contro il Newcastle e una tripletta contro il Leeds: l’ultimo giocatore dei Gunners con una marcatura multipla per tre gare di fila da titolare in Premier fu Derek Tapscott nel lontano 1956 (doppiette contro Portsmouth, Everton e Preston). Nel City attenzione a Raheem Sterling, decisivo già all’andata, che ha segnato 4 gol e servito 2 assist nelle ultime cinque sfide di Premier contro l’Arsenal.


Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Toro, altro caso: c’è il nono positivo, oggi il rinvio della gara contro il Sassuolo

Attesa l’ufficialità, lunedì la Lega decide sulla trasferta con la Lazio. L’Asl: “Viaggio rischioso serve …

Rispondi