in

Fiorentina, obiettivo Sarri – CorriereFiorentino.it

Fiorentina obiettivo Sarri CorriereFiorentinoit
Spread the love




In estate la sua ombra si era allungata anche su Beppe Iachini, ma a quei tempi il diktat di Rocco Commisso era granitico: Avanti con Beppe. Una posizione che aveva preso di sorpresa anche gli stessi uomini di mercato viola che avevano trovato l’accordo con Juric. Sei mesi dopo, un esonero e una salvezza ancora da raggiungere, in casa viola si cerca di evitare di compiere gli stessi errori. E cos il casting per il sostituto di Cesare Prandelli (che ancora deve discuterne con la societ in vista magari di un ruolo diverso, da coordinatore tecnico) gi iniziato.Allora ecco tornare l’ombra della scorsa estate, che si fatta mese dopo mese una suggestione sempre pi possibile: quella di portare Maurizio Sarri sulla panchina viola per iniziare con lui un ciclo in grado di riportare la Fiorentina nelle zone pi alte della classifica.

Non insomma un caso che ieri sera a Castelfranco Piandisc, dove l’allenatore ha passato questi mesi lontano dal campo dopo l’avventura prematuramente finita con la Juventus (si liberer a giugno), si siano presentati il ds viola Daniele Prad e il direttore generale Joe Barone. Un incontro andato in scena lontano da occhi indiscreti per iniziare a valutare l’idea di un futuro comune. I viola d’altronde sono alla ricerca di una strategia che dia continuit al lavoro di questo primo anno e mezzo di gestione Commisso nel quale la squadra, nonostante gli investimenti del patron italo-americano, ha stentato non poco. Un cambio di marcia quanto mai necessario, unito a un segnale forte sia per la piazza che per la serie A. Maurizio Sarri, in questo senso, il nome che pi di tutti solletica la curiosit. Fautore del bel gioco (proprio ci che mancato in queste stagioni alla Fiorentina), bravissimo a valorizzare i giovani talenti (e i viola in squadra ne hanno molti) e capace di dare un’impronta forte e ben riconoscibile. Un marchio di fabbrica che per questa Fiorentina sarebbe importante dopo un anno e mezzo di quasi anonimato.

E poi c’ l’aspetto romantico a cui Commisso particolarmente attento. Sarri, toscano e tifoso viola, non ha mai fatto mistero di sognare un giorno la panchina viola. Il tecnico nelle ultime stagioni si tolto molte soddisfazioni personali (l’Europa League con il Chelsea e lo scudetto italiano con la Juventus) e ora potrebbe essere attirato dall’idea di ricominciare con la squadra di famiglia. Nato a Napoli, suo padre lavorava all’Italsider di Bagnoli, l’ex allenatore della Juventus cresciuto a Figline Valdarno. Da bambino tifava per il Napoli, ma poi gli entrata nel cuore la Fiorentina, ha raccontato babbo Amerigo quasi tre anni fa nel corso di un premio per il ciclismo, passione che li unisce proprio come la fede viola. Anche per questo la prima volta che Sarri entrato in uno stadio lo ha fatto a Firenze, al Franchi. A met degli anni Sessanta and a vedere, manco a dirlo, un Fiorentina-Napoli. Anche sua mamma Clementina tifosa viola e non aveva preso bene la sua esperienza in bianconero.

Ora la possibilit di sanare quella ferita e di sedersi su una panchina che in questi mesi ha saputo e potuto aspettare. L’incontro fra Sarri e i dirigenti viola iniziato intorno alle 21 ed durato oltre un’ora e mezza. Gli esiti saranno pi chiari nei prossimi giorni o settimane quando Commisso torner a Firenze per pianificare il futuro. Con Sarri che diventa ora molto pi che una suggestione.

23 febbraio 2021 | 11:36

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Bene fino a 65 anni rimediato a errore

“Bene fino a 65 anni, rimediato a errore”

Palazzo Chigi incontro Draghi Salvini Abbiamo parlato di riaperture

Palazzo Chigi, incontro Draghi-Salvini. “Abbiamo parlato di riaperture”