maradona

Maradona, Careca ricorda El Diez: “Era un leader nato. Partirò per l’Argentina per porgergli l’ultimo saluto”

Antonio Oliveira, meglio noto come Careca, è stato uno dei compagni più vicini a Diego Armando Maradona nei suoi anni al Napoli.

Maradona, la rivelazione di Griselda Morel: “Gli scioglievano le pillole nella birra per farlo stare buono”

I due hanno vinto insieme una Coppa Uefa e lo scudetto 1989/1990, ed erano amici anche fuori dal campo. L’ex attaccante brasiliano ha voluto omaggiare il Pibe De Oro con delle parole toccanti, sottolineando come fosse un leader nato: “Diego era sempre presente, nelle ore più difficili, era sempre lì. Sapeva della sua responsabilità. Sapevamo tutti che poteva risolvere solo una partita . Ma che una squadra si costruiva con un intero gruppo. Diego chiamava responsabilità, pretendeva qualcosa e i difensori prurivano. Incantava tutti. Dentro e fuori dal campo si batteva per il sostegno, il massaggiatore, per il quale non giocava ed era in panchina. Era un leader nato, era nato con la leadership”.

Careca vuole in tutti modi offrire un ultimo saluto a Maradona, e nelle prossime settimane vorrebbe recarsi a Buenos Aires per visitare la tomba del Diez: “Ho intenzione di andare a Buenos Aires, andrò con mia moglie per due, tre o quattro giorni. Voglio andare in Argentina per salutare Diego al cimitero. Diego ha detto, quando è venuto a casa mia in San Pablo, quella la prima cosa che volevo vedere la tomba di Ayrton Senna. Era un idolo, gli piaceva molto Ayrton. Questo lo ha segnato molto. Ha sempre idolatrato le persone che davano gioia al mondo. Voglio andare a Buenos Aires per vedere la sua famiglia”.

 




Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Olivieri, l'uomo che scoprì Romagnoli: "Milan, non è lui il problema"

Olivieri, l’uomo che scoprì Romagnoli: “Milan, non è lui il problema” Il talent scout che …

Rispondi