Governo, incredibile ma vero: asse Lega-Pd. Sintonia con Draghi, ira M5S e FI

Sembrava impensabile. Sembrava impossibile. Sembrava inimmaginabile. E invece sta davvero accadendo. Qualcuno già lo chiama “il miracolo del governo Draghi”. All’interno dell’esecutivo di “alto profilo” sta nascendo un asse tra la Lega e il Partito Democratico, ovvero le due forze politiche che fino a qualche settimana fa non erano avversari ma veri e propri nemici giurati. Le parole di oggi sui vaccini sono inequivocabili.

Matteo Salvini incontra per mezz’ora il premier Mario Draghi a Palazzo Chigi (“piena sintonia”, leggi qui) e afferma: “Bisogna accelerare, proprio questa settimana al Mise c’è un incontro con le industrie farmaceutiche per ragionare di una sovranità vaccinale, per non essere dipendenti da quello che arriva dall’estero e dai contratti dell’Ue. Produrre in casa”.

Negli stessi minuti l’ex sottosegretaria alla Salute in odore di riconferma Sandra Zampa, esponente di spicco del Pd e la voce Dem sul contrasto alla pandemia, dichiara: “Occorre essere autonomi nella produzione del vaccino”. Le stesse parole, la stessa linea, la stessa strategia. Tutto in piena sintonia con Palazzo Chigi e il premier. E non a caso il Governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini ha chiesto di riaprire dove le condizioni lo consentono. Esattamente quello che sta dicendo da giorni Salvini.

Non solo, Bonaccini si è spinto ad affermare: “Quando mi chiedono se sono imbarazzato per la Lega” in maggioranza, “io rispondo che avrà più imbarazzo chi girava con la maglietta ‘No Euro’ e oggi sostiene un governo guidato dalla personalità che ha salvato l’euro. Adesso dobbiamo aiutare il Paese e cercare di mettere da parte le divisioni. Verrà il tempo in cui la Lega e il Pd torneranno a dividersi. Ma oggi si deve insieme, ognuno con le proprie idee, fare di tutto perché l’Italia possa ripartire il prima possibile”.

Certificata la nascita dell’asse Lega-Pd all’interno del governo, come dimostrano anche altri due fatti non secondari: l’incontro alla Camera di qualche giorno fa tra il leader del Carroccio e il segretario Zingaretti e la totale sintonia tra i ministri Giancarlo Giorgetti e Andrea Orlando, rispettivamente titolari dello Sviluppo economico e del Lavoro, sulle principali crisi aziendali, dall’Ex Ilva all’Alitalia.

Inevitabilmente questa sintonia inedita tra la Lega e il Pd, in particolare sui vaccini made in Italy ma non solo, con un canale privilegiato con Palazzo Chigi, sta creando parecchio malumore e non pochi fastidi all’interno dei 5 Stelle e di Forza Italia, che si sentono sempre più come marginali rispetto all’azione dell’esecutivo.




Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Tiscali Mail Dà Problemi al Login

Tiscali Mail Dà Problemi al Login

Dopo i problemi riscontrati due mesi fa la mail di Tiscali torna a dare …

Rispondi