in

Serie B, risultati 25ª giornata oggi

Serie B risultati 25a giornata oggi
Spread the love


Il Vicenza si fa raggiungere dal Pisa nonostante il doppio vantaggio (con perla di Meggiorini). Nel pomeriggio altri due pareggi tra Pordenone-Ascoli e del Pescara che, grazie a Busellato, raggiunge il Lecce nel finale. In campo Monza-Cittadella

Nicolò Delvecchio
@ndelvecchio8

Il Lecce pareggia in pieno recupero all’Adriatico ma, complice il k.o. del Chievo, si arrampica al quinto posto in attesa di Monza-Cittadella. Vantaggio dei giallorossi con Christian Maggio, di Busellato il gol del pari che permette al Pescara di conquistare il secondo pari di fila. Pesante, invece, la sconfitta dei clivensi a Cosenza: ai padroni di casa basta una rete di Gliozzi all’11’ per condannare la squadra di Aglietti alla terza sconfitta consecutiva. I calabresi conquistano tre punti fondamentali in chiave salvezza, che ora dista due punti. I gialloblù invece sono ora settimi a 39, a +2 sulla Spal ottava. Spal che, complice l’inferiorità numerica per quasi tutta la partita (espulso Mora all’8’ per doppia ammonizione) crolla in casa contro la Reggina per 4-1, grazie a una super prestazione di Folorunsho e Rivas. L’altro crollo di giornata è quello del Frosinone, che perde per 4-0 a Cremona (con i padroni di casa che hanno chiuso in 9 uomini) e colleziona il secondo k.o. nelle ultime cinque gare (due pari e una vittoria le altre): i playoff, per i ciociari, sono lontani quattro punti, ma la squadra di Nesta è ora undicesima, nella parte destra della classifica. A pari punti col Frosinone c’è il Pordenone, nono, che si fa recuperare nella ripresa da Mosti e fa 1-1 con l’Ascoli, che resta terzultimo a 22. Spettacolare la gara di Pisa tra nerazzurri e Vicenza: dopo il doppio vantaggio siglato da Dalmonte e Meggiorini (una rovesciata spettacolare), i toscani hanno riacciuffato la partita grazie ai gol di Vido e Mazzitelli. Anche la squadra di D’Angelo è a 33 punti come Pordenone e Frosinone: i playoff non sono impossibili.

COSENZA-CHIEVO 1-0

—  

La gara si sblocca subito: all’11’, su calcio di punizione di Corsi dalla destra, Gliozzi la spizza di testa e batte Semper. È la gara che decide la partita: non servono gli sforzi di Margiotta, Mogos, Garritano o Falcone. Per i clivensi è il terzo k.o. di fila.

CREMONESE-FROSINONE 4-0

—  

È la gara di Bonaiuto: al 10’ l’ex Perugia batte Bardi con un tiro da lontano, deviato, che sorprende il portiere del Frosinone. La reazione dei ciociari c’è, e Ariaudo prende la traversa di testa su cross da calcio d’angolo, ma tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa la Cremonese dilaga in contropiede. Il 2-0 lo firma sempre Bonaiuto al 42’, che arriva tutto solo davanti a Bardi, lo salta con un doppio passo e firma la sua doppietta personale. Al 52’ Baez fa 3-0 in maniera molto simile, grazie alle praterie lasciate dai difensori gialloblù. Cinque minuti più tardi Ciofani, con un destro preciso da dentro l’area, segna il gol dell’ex che chiude definitivamente la contesa. Al 79’ Valeri si fa espellere per un doppio giallo, al 90’ Carnesecchi si prende il rosso diretto per le proteste troppo veementi nei confronti del guardalinee e lascia la Cremonese in 9: per un minuto in porta va Pinato, ma il risultato non ne risente.

PESCARA-LECCE 1-1

—  

Gli ospiti passano in vantaggio al 38’ con Maggio, che tutto il solo all’altezza dell’area di rigore raccoglie la sponda di testa di Meccariello e batte Fiorillo con un destro potente e preciso. Il pareggio arriva con Busellato, ex di Bari e Foggia, che gela il Lecce al 91’ con un destro preciso da dentro l’area, dopo aver controllato un tiro sbagliato di Machin.

SPAL-REGGINA 1-4

—  

La gara svolta già all’8’: Mora, ammonito due minuti prima, cade in area dopo un presunto contrasto con Folorunsho e si prende il secondo giallo per simulazione. Con la Spal in dieci la Reggina passa due volte tra il 16’ e il 19’, prima con Rivas, che raccoglie un assist al bacio di Liotti, poi con Montalto su sponda di Folorunsho. Nella ripresa è ancora Rivas a segnare il 3-0, sorprendendo Berisha con un destro che passa sotto le gambe del portiere. La rete di Salvatore Esposito, al 53’, serve solo per l’onore, perché al 67’ la Reggina cala il poker con Folorunsho, che interviene prima di tutti sulla respinta di Berisha su tiro di Menez.

PISA-VICENZA 2-2

—  

Primo tempo agli ospiti, secondo ai nerazzurri: nella prima frazione il Vicenza va sul 2-0, prima con Dalmonte, che soprende Gori sul primo palo, poi con Meggiorini, che in rovesciata segna il gol più bello della giornata. Nella ripresa la reazione del Pisa: al 59’ Vido anticipa Pasini, entra in area e batte Grandi con un destro a giro. Tre minuti dopo è Mazzitelli, con un sinistro al volo da fuori area, a pareggiare i conti.

PORDENONE-ASCOLI 1-1

—  

I padroni di casa passano in vantaggio con Ciurria all’11’, lesto a raccogliere un assist dalla sinistra di Musiolik. Il pari ospite arriva al 67’, con Mosti che spinge nella porta vuota un passaggio perfetto di Dionisi.





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Roma sparatoria in strada ferita unanziana

Roma, sparatoria in strada: ferita un’anziana

Renzi bin Salman coinvolto nel caso Khashoggi Lomicidio che imbarazza

Khashoggi, bufera su Renzi. Pd: “Spieghi i suoi rapporti con l’Arabia Saudita”