in

“Bravo Solinas, ora piano vaccini forte”

Bravo Solinas ora piano vaccini forte
Spread the love



(Adnkronos)

Sardegna zona bianca da lunedì 1 marzo. “In primis i miei complimenti vanno al presidente Solinas e alla sua Giunta per il lavoro straordinario. Le cose non nascono sotto le pietre, ma solo quando ci si lavora sopra. Adesso l’obiettivo dell’Italia deve essere solo uno: fare questi vaccini. I politici dovrebbero abbandonare tutto il resto. A Londra con le vaccinazioni i contagi sono crollati, lo stesso in Israele. Bisogna essere concentrati solo su questo, serve un piano vaccinazione fortissimo”. Così all’Adnkronos Flavio Briatore commenta la notizia della Sardegna da domani in zona ‘bianca’, prima regione italiana a riuscirci.


Leggi anche

“Vaccinando più persone possibili – aggiunge l’imprenditore – il Governo recupererebbe soldi dalla cassa integrazione, dalle attività che riprendono. Fare l’elemosina non è servito a niente e nessuno. Gli alberghi sono vuoti, i ristoranti neanche. Ora che a Palazzo Chigi c’è un nuovo comandante, credo che la direzione sia quella di vaccinare la gente”.

“Zona bianca? Intanto in Sardegna bisogna arrivarci – sottolinea ancora Briatore – vista la situazione delle regioni. Il fatto che ora i ristoranti possano aprire anche la sera non cambia nulla, perché in Sardegna non ci può andare nessuno adesso. Però credo sia un bel messaggio per la stagione estiva. Devo dire – conclude – che Solinas, nonostante tutti fossero contrari, aveva ragione quando l’anno scorso pretendeva che chiunque, una volta sbarcato in Sardegna, fosse sottoposto a tampone. Aveva ragione lui”.





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Verona Juve Roma Milan Jiangsu Suning Palermo e Americas Cup le notizie

Verona-Juve, Roma-Milan, Jiangsu Suning, Palermo e America’s Cup: le notizie sportive del giorno

Victor Moses

Moses e l’approdo allo Spartak Mosca: “Potevo tornare all’Inter, poi mi sono informato su Google e ho scelto questo club”