in

Serie A, Juventus-Spezia – La Gazzetta dello Sport

Serie A Juventus Spezia La Gazzetta dello Sport
Spread the love


La squadra di Pirlo ha vinto 4-1 il match di andata, ma nel 2007 i liguri dopo aver pareggiato in casa andarono a vincere all’ultima giornata a Torino, riuscendo a conquistare i playout (e poi a salvarsi)

La Juventus non può più concedersi passi falsi. Ogni rallentamento, come quello di sabato a Verona, diventa sempre di più un segnale di resa nella corsa allo scudetto. Contro lo Spezia, martedì all’Allianz Stadium alle 20.45, la squadra di Andrea Pirlo ha l’obbligo di vincere. Non promette di essere una passeggiata, però, visto che Italiano in questa stagione ha fermato l’Atalanta e ha battuto Napoli e Milan (oltre aver eliminato la Roma dalla Coppa Italia). Anche se, dopo aver sconfitto i rossoneri quando erano in testa alla classifica, ha poi perso a Firenze e pareggiato sabato in casa con il Parma rimontando da 0-2.

ALL’ANDATA

—  

L’unico incrocio tra Juventus e Spezia in Serie A risale al girone d’andata. Com’è ovvio che sia, considerando che per i liguri si tratta della prima partecipazione alla massima serie. Nella sfida dell’1 novembre, i bianconeri si imposero con un netto 4-1 con la doppietta di Ronaldo nella ripresa: il gol del portoghese, pochi minuti dopo l’ingresso dalla panchina, ruppe l’equilibrio dopo il vantaggio di Morata e il pareggio di Pobega. La rete di Rabiot e il rigore trasformato da CR7 chiusero la partita.

L’IMPRESA IN SERIE B

—  

Un solo precedente in Serie A, dunque, ma due in Serie B, nell’anno in cui la Vecchia Signora giocò nel campionato cadetto dopo la retrocessione a causa dello scandalo Calciopoli. Era l’anno 2006/07, la Juve tornò immediatamente nella massima serie ma non riuscì a battere lo Spezia nel doppio confronto: un solo punto nelle due partite. Dopo l’1-1 dell’andata in casa dei liguri, le due squadre si ritrovarono all’ultima giornata a Torino, con la formazione allora allenata da Antonio Soda in piena lotta per non retrocedere in Serie C. E successe l’incredibile: lo Spezia vinse 3-2 con il gol al 90’ di Padoin, evitò la retrocessione diretta e si regalò i play out, dove ebbe la meglio contro il Verona e riuscì a rimanere in Serie B. Quella resta dunque l’unica sfida tra le due formazioni giocata a Torino, mentre in questa stagione gli uomini di Italiano hanno giocato nel capoluogo piemontese contro il Toro: 0-0 nel match del 16 gennaio.



Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Covid Lazio zona arancione e rossa in provincia di Frosinone

Covid Lazio, zona arancione e rossa in provincia di Frosinone

Basilicata zona rossa la protesta di 22 comuni

Basilicata zona rossa, la protesta di 22 comuni