in

Covid Lazio, 1.044 contagi e 28 morti: bollettino 1 marzo

Covid Lazio 1044 contagi e 28 morti bollettino 1 marzo scaled
Spread the love



(Adnkronos)

Sono 1.044 contagi da coronavirus nel Lazio oggi, 1 marzo, secondo il bollettino della regione. Da ieri si registrano altri 28 morti. I casi positivi sono stati rilevati su oltre 15mila tamponi, come ha riferito l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato.


“Diminuiscono i casi positivi, mentre aumentano i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 11%, ma se consideriamo anche gli antigenici – ha detto D’Amato – la percentuale è sotto il 6%. I casi a Roma città sono a quota 500. Aumentano i ricoveri, un segnale di forte attenzione”.

“Nelle province si registrano 220 casi e sono 6 i decessi nelle ultime 24 ore -ha proseguito D’Amato – Nella Asl di Latina sono 76 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 46 anni con patologie. nella Asl di Frosinone si registrano 97 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano 3 decessi di 73, 77 e 85 anni con patologie”.

“Nella Asl di Viterbo si registrano 41 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 90 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 6 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 81 anni con patologie”, ha concluso l’assessore alla Sanità della Regione Lazio.





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Il nuovo capitolo di DolceGabbana robot in passerella e mood scaled

Il nuovo capitolo di Dolce&Gabbana, robot in passerella e mood anni ’90

La sentenza Schwazer diventa un caso di scuola Approccio rigorosamente

La sentenza Schwazer diventa un caso di scuola: «Approccio rigorosamente scientifico»- Corriere.it