in

Inter, assist a Suning, dallo stato cinese arrivano 1,9 miliardi

Inter assist a Suning dallo stato cinese arrivano 19 miliardi
Spread the love


Entrano due aziende statali: 280 milioni a Suning Holdings, Jiangsu sciolto ufficialmente

Dove non arriva Zhang Jindong, arriva direttamente la Cina. Proprio così, è la notizia che ha riscaldato anche la domenica extra campo dell’Inter, oltre i gol al Genoa e il primo posto in classifica: il proprietario del club nerazzurro ha infatti venduto il 23% di Suning.com a due controllate statali, ovvero Kunpeng Capital e Shenzhen International, a cui sono andate rispettivamente l’8% e il 15%. Costo dell’operazione: 14,8 miliardi di yuan, al cambio 1,9 miliardi di euro, ossigeno puro per la famiglia. Che, peraltro, resta l’azionista di riferimento di Suning.com. Dopo il riassetto, Zhang continua infatti a controllare direttamente il 21,84% delle azioni, tra quote personali, Suning Holdings e Suning Appliance Group. Nel comunicato ufficiale dell’operazione si può leggere: “L’introduzione di azionisti strategici statali è utile per la società per rafforzare la costruzione di base della vendita al dettaglio in tutti gli scenari e migliorare l’efficienza operativa e la redditività delle risorse e delle attività dell’azienda. L’operazione è in linea con le esigenze di sviluppo strategico e avrà un impatto positivo sullo sviluppo futuro della società”. Il titolo azionario, che in Borsa era stato sospeso giovedì scorso, sarà riammesso oggi.

ricadute

—  

Quali potranno essere le reali ricadute sull’Inter, lo diranno nella pratica le prossime settimane. Di certo ci sono tre aspetti positivi che non si possono non sottolineare. Il primo: nel gioco del riassetto di Suning.com, circa 280 milioni di quel miliardo e novecento milioni finiscono direttamente nelle casse di Suning Holdings Group, la controllante (attraverso una catena di diverse società) della lussemburghese Great Horizon, ovvero la proprietaria dell’Inter. La seconda: Steven Zhang ha confermato con forza alla dirigenza nerazzurra, anche nelle ultimissime ore, il proprio impegno nell’Inter, ribadendo quanto peraltro ufficializzato anche con la semestrale, ovvero la ricerca di soci per superare le contingenti difficoltà finanziarie. Terzo passaggio da evidenziare: l’operazione Suning.com conferma – se ce ne fosse stato bisogno – la vicinanza del governo cinese al colosso di Zhang e in generale alla famiglia, per le attività considerate strategiche.

con lo scudetto

—  

Strategico non era più lo Jiangsu, che dopo aver perso la denominazione Suning, ieri ha annunciato ufficialmente lo scioglimento. Sospesa con effetto immediato l’attività del club – acquistato da Zhang nel dicembre 2015 – come pure la squadra femminile e tutta l’attività giovanile. La sorte del club cinese – ribadiscono i dirigenti nerazzurri – non va messa in relazione con quella dell’Inter, considerata business utile, come peraltro fin dai primi giorni dell’era Suning, per legare Oriente e Occidente. Con uno scudetto sul petto, poi, a maggior ragione.



Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Trentalange Orsato in tv un buon inizio Vorrei donne arbitro

Trentalange: ‘Orsato in tv un buon inizio. Vorrei donne arbitro in A entro due anni’

Juve Pirlo a 10 e resa o svolta

Juve, Pirlo a – 10: è resa o svolta?