in

Pd, Zingaretti: “Primarie nel 2023 ma giusto aprire la discussione”

Pd Zingaretti dimissionario Il flop sui sottosegretari alimenta i rumor
Spread the love


Pd, Zingaretti: primarie nel 2023 ma giusto aprire discussione

“Il congresso del Pd si e’ svolto nel marzo del 2019 e le primarie saranno nel marzo del 2023. Dal 2019 ad oggi abbiamo avuto quindici mesi chiusi in pandemia. E’ giusto aprire una discussione su di noi, sulla nostra idea e proposta di Paese e questa discussione andra’ fatta anche con chiarezza e con franchezza utilizzando con gli strumenti che abbiamo, dandoci delle regole, un modo di discutere”. Lo ha detto il segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti, alla direzione nazionale. 

 Pd, Zingaretti: non imploda in discussioni, fuori e’ battaglia

“Ho annunciato l’assemblea nazionale perche’ sono convinto che dobbiamo tornare a discutere per mettere in campo una visione credibile di futuro per l’Italia”. Lo ha detto Nicola Zingaretti alla direzione del Pd. “E’ necessario avere una grande forza popolare, un punto di vista critico che aiuti a cambiare e metta in campo una ipotesi di governo credibile”, ha aggiunto. “Questo lo dobbiamo al nostro popolo e il gruppo dirigente deve sentire questa responsabilita’ sulle spalle e io faro’ di tutto perche’ ci sia un dibattito libero e chiaro”. Tuttavia, ha sottolineato, “non possiamo vivere i prossimi mesi con fuori una battaglia politica e noi implosi in una discussione interna. Non possiamo permetterci di perdere il filo”. 

Pd, Zingaretti: conservo messaggi candidati per alleanze con M5s 

“Io rivendico che dal giorno dopo la formazione del governo Conte abbiamo seguito una linea: si governa da alleati e non da avversari”. Lo ha detto Nicola Zingaretti alla direzione nazionale del Pd. “Io conservo nella memoria e nel cellulare gli appelli di decine di candidati sindaci e candidati presidenti di Regione che mi scongiuravano di stringere alleanze con M5s per vincere”, ha aggiunto. “Ora quella fase si e’ esaurita e siamo in una fase nuova, ma nella quale dobbiamo costruire un Pd forte, con un riformismo forte”, ha aggiunto. 


Pd: Zingaretti, rischio di ucciderlo corso con sconfitta 2018 

 “Attenzione a non commettere errori perche’ il rischio di uccidere il partito a vocazione maggioritaria il Pd lo ha corso nel marzo 2018. Perche’ non abbiamo messo in campo una proposta di governo malgrado Paolo Gentiloni guidasse l’Italia”. Lo ha detto Nicola Zingaretti alla direzione del Pd. “Abbiamo fatto una legge maggioritaria, per poi delegare l’ulivismo a un simbolo, l’europeismo a un altro simbolo, quello di Piu’ Europa. Come se dovessimo delegare i ceti produttivi a qualcun altro e, di fatto, delegando la sinistra a Leu. E l’esito di quella roba li’ e’ stata la sconfitta piu’ grave della nostra storia”, ha aggiunto Zingaretti: “Un partito libero e autonomo che mette in campo un progetto per il Paese che mette in campo un sistema di alleanze non per testimonianza, ma per farla vincere nel Paese”.

Pd: Orfini, primarie 2023? Zingaretti eviti scorrettezze 

“Zingaretti vinse il congresso promettendo che mai ci sarebbero stati accordi col M5s. Poi abbiamo tutti scelto di fare una alleanza emergenziale col M5s. Col tempo qualcuno ha scelto di trasformarla in una alleanza strategica al punto di indicare il leader del M5s come punto di riferimento di tutti i progressisti e leader della coalizione. Ma quella scelta e’ fuori dal mandato che iscritti ed elettori ci hanno consegnato. E puo’ essere assunta solo attraverso un congresso in cui votano iscritti ed elettori”. Lo scrive in una nota Matteo Orfini, parlamentare del Partito Democratico. “Questo dice il buon senso, e questo dice lo statuto del Pd”, prosegue. “Chiedere di fare un congresso ora e’ da marziani ma lo e’ anche dire che faremo le primarie nel 2023. Ed e’ anche una incredibile scorrettezza che sono certo Zingaretti vorra’ immediatamente correggere”, conclude Orfini. 





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Moviola Serie A Fazio da rigore ok il penalty a

Moviola Serie A: Fazio da rigore, ok il penalty a Crotone, svista a Napoli

Non ci facciamo divorare dal drago Il governo delle banche

“Paese affidato a un banchiere e a un generale? Una repubblica delle banane”