in

Roma, solo 3 punti su 24 con le big: è allarme Champions

Roma solo 3 punti su 24 con le big e
Spread the love


La sconfitta con il Milan ha confermato i problemi dei giallorossi con le grandi: ora servono punti pesanti con Fiorentina, Genoa e Parma per continuare la corsa per l’Europa

Se persino Paulo Fonseca si ritrova costretto ad ammettere che senza battere le grandi andare in Champions è difficile significa che la Roma ha davvero un problema. Fino a ieri sera, infatti, il tecnico aveva sottolineato spesso come ci fosse solo un problema di prestazioni e non di risultati, contro le big, ma ormai gli indizi sono così tanti da essere diventati prove. La Roma, la squadra che ha una “identità ben precisa” (parole di sabato dello stesso Fonseca) quando si alza il livello va in difficoltà. Perché quei “dettagli sbagliati” (copyright sempre dell’allenatore) contro squadre sulla carta inferiori pesano meno rispetto a quando si affrontano le big.

Numeri flop

—  

I numeri, in questo senso, sono una sentenza: in quasi due stagioni contro le big la Roma ha vinto appena 3 volte su 21 (Coppa Italia compresa, 10 le sconfitte) e quest’anno la marcia non è mai stata invertita. Al netto di errori individuali dei singoli che non mancano mai e di alcune decisioni arbitrali che hanno fatto infuriare l’ambiente giallorosso – va dato atto a Fonseca di non cercare mai scuse o alibi -, la Roma in questa stagione in 8 partite ha pareggiato 3 volte e perso 5, facendo appena 3 punti su 24. Contro Inter, Milan, Juventus, Atalanta, Napoli e Lazio ha segnato 9 gol subendone 22, più del doppio. Segno che la fase difensiva va in crisi e l’attacco, adesso orfano anche di Dzeko, non riesce ad incidere, visto che delle 9 marcature fatte nei big match appena 2 sono state fatte dagli attaccanti e nello specifico dalla punta bosniaca. Anche Borja Mayoral, che sta facendo una stagione ottima (era da quasi 10 anni che un attaccante sulla carta di riserva, ad inizio anno, non segnava così tanto) fatica quando il livello cresce e la pressione sale. Nelle ultime 8 di campionato ha segnato 3 gol, rimanendo a secco nelle ultime 4 giocate tutte dal primo minuto.

Il doppio impegno

—  

Lui, come la Roma, sta pagando anche la ripresa dell’Europa League (dove invece ha segnato due gol in due partite) visto che a cavallo della sfida con il Braga la Roma ha fatto un punto in 180’. In generale poi, nel 2021, Coppa Italia compresa, la Roma ha già perso 4 partite, segno che il doppio impegno settimanale si fa sempre sentire e che gli infortuni pesano. Adesso però il calendario può dare una mano a Fonseca e alla squadra, visto che in Serie A il prossimo big match sarà quello del 21 marzo contro il Napoli. Prima ci saranno Fiorentina, Genoa e Parma, ma anche gli ottavi di coppa contro lo Shakhtar con la partita in Ucraina tre giorni prima della sfida a Gattuso. Per continuare la caccia all’Europa – quella di quest’anno e quella d’élite del prossimo – per la Roma sembra arrivato il momento di portare a casa punti pesanti. Di quelli che, per la testa, valgono di più rispetto a quelli in classifica.



Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Lazio una settimana da incubo

Lazio, una settimana da incubo

Caterina Collovati contro Giulia Salemi Importuna gli uomini maturi

Caterina Collovati contro Giulia Salemi: “Importuna gli uomini maturi”