Benevento Verona 0 3 gol di Faraoni autogol Foulon Lasagna

Benevento-Verona 0-3: gol di Faraoni, autogol Foulon, Lasagna

Faroni, un autogol di Foulon e Lasagna stendono i giallorossi mai davvero in partita e che ora devono guardarsi le spalle in classifica. Tante le occasioni per la squadra di Juric, che al Vigorito comanda il gioco dall’inizio alla fine

Il Verona domina al Vigorito e schianta il Benevento con un netto 3-0: di Faraoni e Lasagna i gol per Juric, in mezzo l’autorete di Foulon. Se fosse finita con un parziale più ampio non ci sarebbe stato nulla da dire: troppo morbida la resistenza della squadra di Inzaghi, troppo facile per i gialloblù trovare la strada per la porta di Montipò. Il Verona ha vinto con le armi che abbiamo imparato a conoscere (gli esterni Lazovic e Faraoni, l’imprevedibilità di Zaccagni e Barak, un Tameze praticamente ovunque) e ha finalmente ritrovato Lasagna, a secco di gol dal 10 gennaio. Un’ulteriore buona notizia per Juric, al quale in stagione sono mancate le reti dei centravanti. Le fasce sono invece state il punto dolente del Benevento: Depaoli non è mai riuscito a contenere Zaccagni e Lazovic, e dal suo lato sono arrivati i cross per i primi due gol del Verona. Foulon, entrato all’11’ per Letizia (uscito per un problema fisico), si è perso Faraoni per l’1-0 e ha realizzato l’autogol che ha di fatto chiuso la gara. Non è un caso che, a inizio ripresa, Inzaghi li abbia sostituiti entrambi per passare alla difesa a 3, che però non ha cambiato nulla. ll Verona centra il quarto risultato utile di fila e sale a 38 in classifica, il sesto posto del Napoli è a sole sei lunghezze. È un momentaccio invece per il Benevento, che nelle ultime nove partite ha raccolto quattro pari e cinque sconfitte: il terzultimo posto occupato dal Torino dista cinque lunghezze, ma i granata hanno due partite in meno. Inzaghi, ora, ha davvero poco tempo da perdere: con lo Spezia, sabato, serviranno solo i tre punti.

VERONA DILAGANTE

—  

La svolta della gara arriva subito, all’11’: Letizia, alla prima da titolare dopo due mesi, esce in lacrime e al suo posto entra Foulon. È la mossa (obbligata) che a suo modo decide la gara: col passare dei minuti il Verona prende stabilmente il pallino del gioco, mentre il Benevento fatica tremendamente a costruire l’azione e ad uscire dalla propria metà campo. Non è un caso che al 25’, dopo parecchi minuti di pressione, il Verona vada in vantaggio: Lazovic, dalla sinistra, chiude l’uno-due con Zaccagni e trova Faraoni, che di testa batte Montipò. Malissimo nell’occasione Foulon, che non vede l’unico giocatore in arrivo dalle sue parti. Il Verona sfonda con troppa facilità, soprattutto dal lato di Depaoli, e ancora da lì nasce il raddoppio al 35’: Zaccagni va al cross dalla sinistra, Foulon è poco lucido e di testa infila il suo portiere. Pochi minuti dopo il Verona potrebbe già chiuderla, ma il tiro di Barak da fuori è deviato sulla traversa da Montipò: sedicesimo legno stagionale per i gialloblù.

TRIS IMMEDIATO

—  

Il pessimo primo tempo di Depaoli e Foulon convince Inzaghi a cambiare modulo nella ripresa: fuori entrambi, dentro Improta e Tuia e difesa che passa da 4 a 3, con l’ex laziale a fare il terzo a destra. I sanniti partono aggressivi, ma al 49’ arriva il colpo del k.o.: Lasagna addomestica un lancio lungo dal centrocampo, anticipa Glik e batte Montipò sul primo palo. Il cambio di modulo non ha alcun effetto, perché il Verona quando può arriva stabilmente nell’area giallorossa: prima del 60’ Barak, Lasagna e Gunter hanno grandi chance per il poker, che non arriva quasi per caso. Col passare del tempo i ritmi si abbassano ma la musica non cambia, e nonostante i tanti cambi il triplice fischio arriva al 90’, senza nemmeno un minuto di recupero.


Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Benevento Sassuolo le pagelle Tuia male sul gol 55 Consigli decisivo

Benevento-Sassuolo, le pagelle: Tuia male sul gol, 5,5. Consigli decisivo, da 7

Benevento-Sassuolo, le pagelle: Tuia male sul gol, 5,5. Consigli decisivo, da 7 Il difensore saltato …

Rispondi