Serie C i risultati della 28a giornata vince la Juventus

Serie C, i risultati della 28ª giornata: vince la Juventus U23

Pro Vercelli nuova inseguitrice del Como, torna al successo anche il Padova. Prova di forza per l’Avellino

Turno infrasettimanale che deve fare i conti con i contagi. Due i rinvii legati al Covid-19: ferme le capolista del girone A (il Como, che non è andato a Olbia avendo dei positivi) e del girone C (la Ternana, che avrebbe dovuto ricevere la Cavese alle prese con un focolaio). Sono invece scese in campo regolarmente la Casertana, il Monopoli e la Pistoiese, tutte alle prese con alcune positività.

Girone A

—  

C’è una nuova inseguitrice per il Como: è la Pro Vercelli, che battendo 1-0 la Pergolettese (Rolando al 10’) infila il dodicesimo risultato utile consecutivo. Sorpasso sul Renate, in frenata, rimontato dal Lecco (2-1, subito in gol Galuppini, poi nel finale la ribaltano Cauz e Iocolano). La squadra di Gaetano D’Agostino, alla terza vittoria di fila, si affaccia così a soli cinque punti dalla vetta (pur con una partita in più rispetto al Como). Quinta è la Pro Patria, dopo lo 0-0 nell’anticipo con la Pro Sesto. In zona playoff, risalgono Pontedera (2-0 nel derby toscano su una Pistoiese sempre più in difficoltà) e Juventus U23, tornata al successo contro il Novara (2-1). In pieno recupero, è arrivato il primo gol in bianconero del talento francese Aké, classe 2001, preso a gennaio dall’Olympique Marsiglia. Gli azzurri hanno però giocato tutta la ripresa in dieci per l’espulsione di Bove e i minuti finali in nove per l’infortunio di Cagnano a cambi esauriti. Finisce 0-0 lo scontro salvezza Piacenza-Giana, con i biancorossi in inferiorità numerica negli ultimi 20’ per il rosso a De Respinis. Livorno-Alessandria – con il debutto sulla panchina amaranto di Marco Amelia – e Carrarese-Grosseto i due posticipi di giovedì, entrambi alle 15.

Girone B

—  

La corsa a quattro in vetta è sempre più appassionante. Torna al successo dopo due pareggi il Padova: il rigore segnato al 94’ da Ronaldo vale i tre punti sul campo della Virtus Verona, epilogo di un derby intensissimo. Secondo è di nuovo il Sudtirol che schianta il Fano (3-0) e sorpassa il Perugia, frenato nell’anticipo dalla Sambenedettese (1-1). La squadra di Vecchi ha segnato sette gol negli ultimi 180’, ma la classifica va letta sempre alla luce delle due trasferte che gli umbri devono recuperare contro Cesena (10 marzo) e Fermana. A proposito: le due avversarie “mancate” della squadra di Caserta si sono appena affrontate: 2-1 per la Fermana, doppietta di Simone D’Anna prima dell’intervallo. Dal k.o. del Curi di sabato scorso si è ripreso bene il Modena: 3-1 all’Imolese con tre gol tutti di testa di Pergreffi, Castiglia e Scappini (a segno da angolo 10 secondi dopo essere entrato in campo, non trova il gol dalla partita d’andata). Per il Modena, nel prossimo turno, il derby in trasferta contro un Carpi che si è preso un punto a Legnago (0-0). Terzo pari di fila per la Triestina, comunque in una striscia di otto risultati utili: dal Nereo Rocco, il Gubbio ha portato a casa un prezioso 0-0 (traversa di Litteri). Non vinceva da fine gennaio la Vis Pesaro, che ha riassaporato i tre punti ai danni della Feralpisalò (2-0, Cannavò e Ferrani). Un brutto Ravenna, penultimo, cede in casa con il Matelica (0-1) ma rinnova la fiducia al tecnico Leo Colucci come dichiarato in sala stampa dal ds Sabbadini. Non ne approfitta per accorciare l’Arezzo, sempre ultimo: 1-1 in casa col Mantova, al rigore di Di Paolantonio risponde l’ex Cheddira.

Girone C

—  

Botta e risposta, in un duello ad altissimo livello per il secondo posto. Avellino e Bari scendono in campo alle 17.30, entrambe in trasferta. E l’esito è lo stesso, una doppia prova di forza. La squadra di Piero Braglia – grande ex di giornata – passa a Catanzaro, lì dove pochi giorni fa era caduta la Ternana. Di Bernardotto il gol (0-1) per il quinto successo consecutivo, con una difesa di ferro che non prende gol da 506’. Il ds giallorosso Foresti ha però sbottato contro l’arbitro, invocando il fuorigioco sull’episodio decisivo. Per il Bari, da quando c’è Massimo Carrera, la musica è cambiata nel segno della concretezza: 0-2 sul campo della Juve Stabia con la doppietta di Manuel Marras. Al San Nicola domenica arriverà il Potenza. Un’avversaria in salute, l’ex squadra del capocannoniere Pietro Cianci: sette i punti in tre partite con Fabio Gallo in panchina, dopo il 2-1 sulla Turris nell’anticipo. L’attesissimo derby del Massimino se lo prende il Palermo (0-1), guidato in panchina da Giacomo Filippi, ex vice dell’esonerato Boscaglia. La Casertana infierisce sul momento negativo della Virtus Francavilla, che non vince da un mese. Al Pinto finisce 4-0 con tripletta dello scatenato Cuppone che arriva così a una doppia cifra (11) mai raggiunta in carriera. Tutto nel primo tempo tra Paganese e Viterbese (1-1): Besea ha risposto al vantaggio su rigore di Diop. Pareggiano anche Foggia e Vibonese: i rossoneri interrompono la striscia di ko ma non trovano il gol da 532 minuti (complice anche il palo di Curcio su punizione, a metà ripresa). Altro pareggio quello del derby pugliese Monopoli-Bisceglie (1-1): a Cittadino ha risposto il biancoverde De Paoli, al terzo gol consecutivo.


Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Antonio Di Natale alla prima grande prova da allenatore Mi

Antonio Di Natale alla prima grande prova da allenatore: «Mi manda Baldini»

Il nome del suo successore lo avrebbe suggerito Silvio Baldini in persona, un lascito prima …

Rispondi