Vip giudice invita ad accordo tra Hormoz Vasfi e Sara

Vip, giudice invita ad accordo tra Hormoz Vasfi e Sara Croce: ‘scompare’ lo stalking


Milano, 5 mar. (Adnkronos)

Il giudice di Pavia Laura Cortellaro suggerisce la strada della conciliazione nella causa civile intentata, lo scorso ottobre, dal magnate Hormoz Vasfi contro l’ex fidanzata e showgirl Sara Croce. L’invito alle parti è a “valutare seriamente ipotesi transattive, al fine di evitare inutili aggravi di costi e tempi” del procedimento che vede al centro la richiesta di risarcimento da un milione di euro. Soldi chiesti dal 55enne imprenditore nato in Iran per essersi sentito truffato da una relazione, a suo dire, solo economica. La prossima udienza, concessi i termini alle parti come richiesto, è fissata per metà giugno, ma la riappacificazione sembra in salita. In attesa del nuovo confronto in aula per la discussione dei mezzi di prova, l’intenzione è di rifuggire da un processo mediatico. 


“Credo nelle ragioni della causa – spiega Giuseppe Iannaccone, l’avvocato che tutela gli interessi di Vasfi – e voglio portare il massimo rispetto all’autorità giudiziaria che deve decidere e alla controparte. Ritengo che questa vicenda debba proseguire davanti al tribunale di Pavia nella piena riservatezza di tutti. Auspico che come noi ci siamo attenuti al totale silenzio così sul procedimento ci sia il mutismo più assoluto”. Dello stesso avviso Laura Cossar difensore di Sara Croce, la quale ha sempre sostenuto di aver restituito i regali al centro del contendere. “La mia assistita – spiega il legale all’Adnkronos – si augura che questa vicenda, spiacevole e di cattivo gusto, si risolva il prima possibile senza ulteriori strascichi, tantomeno mediatici”.

Ma la questione sembra lontana dalla conclusione: alcuni giornalisti potrebbero ritrovarsi a rispondere per delle dichiarazioni riportate quando la showgirl era difesa dall’avvocato Angelo Pariani in cui si parla di una denuncia per stalking dopo i 450 messaggi audio su Whatsapp mandati dal facoltoso petroliere alla madre (anche lei citata in giudizio) e allo zio della 22enne, ex ‘Madre Natura’ e volto noto di ‘Avanti un altro’, per denigrarla. Nessuna denuncia di stalking, nonostante le affermazioni rilasciate o messe nero su bianco, ha mai varcato la porta di un tribunale.

“Io non ho mai chiesto rettifiche a testate giornalistiche o televisive sulla presunta denuncia per stalking, che non risulta depositata, nei confronti di Vasfi, ma – spiega l’avvocato Iannaccone – questa notizia ha creato un discredito all’immagine del mio assistito, il quale viene associato a un reato grave e odioso che nulla ha a che vedere con i suoi valori umani e professionali. Nei confronti di quelle testate giornalistiche sta tutelando le sue ragioni”. Da quanto trapela nel mirino sono finiti alcuni giornali, volti noti dello spettacolo e un paio di famose trasmissioni tv.  




Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

AstraZeneca Il richiamo e sicuro

“AstraZeneca? Il richiamo è sicuro”

“Siamo in guerra contro un nemico terribile, non possiamo ragionare come se vivessimo nella normalità”. …

Rispondi