in

Paratici: “Siamo dove volevamo ad agosto. Rinnovo? A tempo debito”

Paratici Dybala meno grave di quello che pensavamo Siamo contenti
Spread the love


Il dirigente della Juventus ha parlato intervistato a pochi minuti dall’inizio della partita

La Juventus è attesa questa sera dalla difficile sfida contro la Lazio, valevole per l’anticipo della ventiseiesima giornata del campionato di Serie A. Gli uomini di Andrea Pirlo sono chiamati a dare seguito alla vittoria ottenuta martedì contro lo Spezia, che ha consentito ai bianconeri di ridurre il distacco dal Milan a quattro punti, con quello dall’Inter prima che è rimasto invariato a dieci lunghezze. I bianconeri hanno una partita in meno, quella contro il Napoli che si recupererà il 17 di marzo, e cercheranno questa sera una vittoria per guardare poi alle sfidanti impegnate tra domani e lunedì.

I bianconeri dovranno fare di tutto per vincere, in modo da prepararsi anche al meglio per la partita di martedì. Allo Stadium infatti arriverà il Porto per la sfida di ritorno valevole per gli ottavi di finale di Champions League, con Ronaldo e compagni che dovranno ribaltare la sconfitta per 2-1 subita all’andata allo stadio Do Dragao. Un momento cruciale quindi per la Juventus, costretta ad affrontarlo con diversi infortunati e indisponibili: Bentancur ha il COVID e non sarà delle due partite, con Arthur e Dybala che difficilmente riusciranno ad andare in panchina. Discorso diverso per De Ligt, Chiellini  e Bonucci, che potrebbero recuperare per la partita contro i portoghesi.

Di questo e di altri argomenti ha parlato il Chief Football Officer della Juventus Fabio Paratici, intervistato dai microfoni di Sky Sport a pochi minuti dall’inizio della partita.

“Sono sempre giorni da Juventus. È un club che ti porta ad essere sempre concentrato al cento per cento, ogni giorno. Siamo a marzo, in un momento decisivo della stagione dove tutti vorrebbero esser. Giochiamo su tutti i fronti, partite con una bella adrenalina e piacevoli da giocare. Aldilà di chi abbiamo e manca vogliamo portare a casa il risultato.”

“Scudetto? Siamo a marzo e mancano partite, abbiamo anche un recupero. Non sarà una partita decisiva ma è un periodo di stagione dove speri di arrivare quando parti ad agosto. Abbiamo tutto aperto, una finale da giocare, un ottavo di Champions League ed un campionato con abbastanza partite davanti per poter arrivare al risultato pieno.”

“Ronaldo? È prono ad andare in campo. È normale quando abbiamo tante partite, l’allenatore parla con i ragazzi e fa le sue scelte. Il mio rinnovo? Parlo sempre con il presidente anche più volte al giorno perché è sempre molto presente. Abbiamo affrontato questo tema, non c’è nessuna fretta. Abbiamo un grande rapporto e ne parleremo a tempo debito con la massima serenità.”



Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

De Zerbi Perdere cosi mi da fastidio viviamo un momento scaled

De Zerbi amaro: “Presi troppi rischi. Occorre maggiore convinzione nelle scelte”

Superenalotto estrazione 6 marzo centrati sei 5

Superenalotto, estrazione 6 marzo: centrati sei ‘5’