in

«Ragazzi, siate prudenti. Adesso siete voi a rischiare»- Corriere.it

Ragazzi siate prudenti Adesso siete voi a rischiare Corriereit
Spread the love


«I giovani sono socialmente molto esposti e rischiano in misura maggiore di essere contagiati dalle varianti che hanno una trasmissibilità doppia rispetto al ceppo classico. Aumentando il numero dei casi di positività, crescono ricoveri in ospedale e situazioni gravi. Quindi bisogna raccomandare in questa fase alla generazione sotto i 40 di evitare occasioni non sicure». L’immunologo Francesco Le Foche, papà di tre figli di 20, 13 e 12 anni, sa bene cosa significa vivere il Covid a questa età.

Come mai tanti casi fra i giovani?

«Si riuniscono al chiuso, l’ambiente preferito dai virus respiratori, in particolare dal Sars-CoV-2 che con la mutazione inglese ha acquisito la capacità di trasmettersi molto velocemente. Se in una stanza si sosta a lungo, la possibilità di infettarsi è molto alta. Ed ecco che ogni situazione di assembramento diventa un accresciuto pericolo. Limitare quindi all’indispensabile la permanenza in luoghi chiusi».

«In aula massima attenzione a distanza e mascherina. Dobbiamo far comprendere ai ragazzi l’importanza di disperdersi una volta finite le lezione e di non riunirsi in capannelli. Una ulteriore deprivazione di libertà per loro, necessaria. Nel giro di un mese la variante inglese avrà preso del tutto il sopravvento».

Qual è la via d’uscita?

«Pazientare altri due mesi finché non ci saranno dosi per vaccinare milioni di persone e ridurre la circolazione del virus. I vaccini sono efficaci anche contro le varianti. Spero che venga fatto il possibile per sgombrare il campo da ostacoli burocratici per favorire l’arrivo di preparati che già hanno ricevuto l’autorizzazione in Usa. Poi, eliminare la burocrazia per accedere alla vaccinazione. La gente deve trovare la massima facilità nel prenotare l’appuntamento».

Non si è fatto abbastanza per velocizzare?

«Si deve fare di più. Ora il preparato di Johnson&Johnson è all’esame dell’agenzia europea che deve sbrigarsi a dare il via libera. Non c’è ragione di perdere altro tempo visto che l’ente americano ha rilasciato l’autorizzazione. C’è da augurarsi che altrettanto velocemente possa passare lo Sputnik di fabbricazione russa perché è ottimamente disegnato. L’Ue deve fare il possibile per averlo. La gente muore, tante vite possono essere salvate».

Chi ha avuto il Covid può saltare la profilassi?

«In questa fase di emergenza potrebbe aspettare a fare una dose. Il mio consiglio è che chi ha avuto la malattia asintomatica si sottoponga al test sierologico che valuta la presenza di anticorpi. Se li ha potrebbe tardare a vaccinarsi, almeno fino a giugno, per lasciare il posto a chi è del tutto suscettibile al virus. Soprattutto serve un’informazione chiara, che manca».

Una campagna di sensibilizzazione?

«La popolazione va preparata. È vero, in questa fase purtroppo le dosi non sono disponibili ma nel frattempo educhiamo i cittadini, facciamo capire chiaramente quanto sia importante rispondere alla chiamata consapevoli che è l’unica via di salvezza. Non c’è posto per gli esitanti. Non c’è ragione di aver paura di farsi inoculare piccole quantità di un preparato altamente sicuro che proteggerà la tua vita e quella delle persone che ami.

«Un flop. Difficile da capire, triste. Ci vogliono messaggi semplici, immediati e meno artistici».

«È una soluzione valida. È vero, i dati in base ai quali vengono decise le colorazioni riguardano le due settimane precedenti però sono interpretati in chiave prospettica. Le zone a colori, in particolare quelle circoscritte, hanno comunque permesso di mantenere un minimo di attività, vitale dal punto di vista economico e psicologico».

6 marzo 2021 (modifica il 6 marzo 2021 | 07:07)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Iraq storico viaggio del Papa Incontrera layatollah sciita Ali al

Iraq, storico viaggio del Papa. Incontrerà l’ayatollah sciita Ali al Sistani

Giappone otome anime e manga e boom di videogame dedicati

Giappone, otome anime e manga: è boom di videogame dedicati al mondo femminile