in

vi presento «Radio Italians», il mio podcast della domenica- Corriere.it

vi presento Radio Italians il mio podcast della domenica Corriereit
Spread the love


Domani esordisce Radio Italians, nuovo appuntamento della domenica per Corriere Daily. Perch radio? Perch sar un podcast che faremo e ascolteremo insieme, come tutto quello che propone il Corriere, da ventitr anni, sotto il segno di Italians. Nel caso di Radio Italians, saranno le vostre domande, opinioni e considerazioni; e le mie risposte. Le vostre voci e la mia voce. Un modo per parlare della settimana che si chiude e ragionare su quella che apre.

Italians – diversi lettori lo sanno – un blog/forum nato su Corriere.it nel 1998. Secolo scorso. Quante cose abbiamo fatto da allora! Ben 104 pizzate in altrettante citt del mondo (dall’Europa agli Usa, dalla Nuova Zelanda al Canada, dalla Cina all’Argentina), per conoscerci, fino al 2010. Un concorso legato a una data palindroma: 20-02-2002 (cinquemila di voi hanno raccontato, da ogni angolo del pianeta, come hanno trascorso quella giornata). Dal 2007, le dirette video di PuntoItalians. Un libro collettivo nel 2008. I luned di SportItalians, fino al 2011. E, ovviamente, ogni giorno, le lettere e le risposte pubblicate sul blog. Forse il pi antico d’Italia. Quando nato Italians, il nome blog non esisteva. Si chiamavano ancora weblog, pensate.

Ora, ventitr anni dopo, Radio Italians! Un podcast insieme. Parole dette, stavolta, non scritte. Spedite i vostri messaggi vocali – brevi, chiari, con un punto di vista – al numero 345 612 5226. Ogni settimana ne sceglieremo alcuni. E l’omino con l’impermeabile prover a rispondere. Cominciamo?

6 marzo 2021 (modifica il 6 marzo 2021 | 07:51)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Mani fuorigioco Var le nuove regole dall1 luglio

Mani, fuorigioco, Var: le nuove regole dall’1 luglio

Ho fatto 200 mila km in bici Dopo la vittoria

«Ho fatto 200 mila km in bici. Dopo la vittoria del Tour fu dura, ora pedalo verso i Giochi»- Corriere.it