in

Letta fa tornare Articolo 1 nel Pd. E attacca Salvini per oscurare Conte

Letta fa tornare Articolo 1 nel Pd E attacca Salvini
Spread the love


“La virata sull’Unione europea di Salvini è come se il Papa dicesse ‘Dio non esiste'”. E ancora: “Salvini sul vaccino Sputnik? Lo invidio, ha un’idea su tutto. Mi ricorda gli italiani quando fanno i ct della Nazionale di calcio”. Enrico Letta è partito a testa bassa all’attacco del segretario della Lega. Nicola Zingaretti aveva incontrato l’ex vicepremier e ministro dell’Interno e aveva siglato una sorta di ‘pax’ con Salvini, senza affondare troppo il colpo (il tutto per non terremotare l’esecutivo Draghi).

Letta ha iniziato la sua leadership del Partito Democratico segnando fortemente l’identità della sinistra. Ha rilanciato l’idea dello Ius Soli, sapendo perfettamente che è una proposta irrealizzabile in questa legislatura, proprio per alzare il livello di scontro con il Carroccio. E poi i due schiaffi diretti e tosti di ieri a Salvini. Il tutto serve da un lato a rinsaldare il partito, perché almeno nella contrapposizione contro la Lega evita di dividersi come al solito con lo stucchevole dibattito infinito tra le correnti che sembrano vivere sulla Luna. Ma, come spiegano fonti qualificate Dem, la posizione anti-Salvini di Letta serve anche a rubare la scena al Movimento 5 Stelle e soprattutto a Giuseppe Conte.

L’ex presidente del Consiglio è stato per mesi il nemico numero uno del segretario leghista; poi, uscito da Palazzo Chigi, è finito un po’ nel dimenticatoio con la faticosa operazione, promossa e sponsorizzata da Beppe Grillo, di prendere in mano quello che resta di un Movimento lacerato e ai minimi termini nei sondaggi. Letta ha capito la difficoltà grillina e ha deciso di intestarsi l’idea di un progetto alternativo alle destre. “E sarà sempre così, ancora di più nelle prossime settimane e nei prossimi mesi”, assicura un deputato Dem. In sostanza, il nuovo leader del Pd vuole prendere in contropiede il M5S e Conte e diventare lui, di fatto e agli occhi dell’opinione pubblica, l’oppositore di Salvini, anche se questa manovra provocherà fibrillazioni nel governo.

Il tutto ovviamente con lo sguardo già sulle prossime elezioni politiche, probabilmente nel 2023, quando non sarà facile (dipenderà dalla legge elettorale) decidere chi sarà il candidato premier del nuovo Centrosinistra giallo-rosso. Insieme all’affondo tattico contro Salvini, Letta porta avanti anche il progetto di chiudere definitivamente a Matteo Renzi (ma non ai renziani di Italia Viva che volessero rientrare) e di aprire agli ex democratici usciti verso sinistra. Nel Pd, infatti, si parla ormai apertamente di un’operazione che porterebbe nel tempo al rientro di Articolo 1, ovvero di Roberto Speranza, Pietro Grasso e Pierluigi Bersani. A questo punto Liberi e Uguali finirebbe di esistere e Sinistra Italiana, guidata da Nicola Fratoianni, andrebbe avanti per la propria strada, con l’ipotesi di un’alleanza con Pd e M5S ma senza tornare al Nazareno come invece potrebbero fare gli esponenti di Articolo 1.





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Daniele De Rossi entra nello staff della Nazionale fino a

Daniele De Rossi entra nello staff della Nazionale fino a fine Europeo- Corriere.it

Lazio zona rossa Rt in leggero calo scaled

Lazio zona rossa, Rt in leggero calo