in

Bulgaria-Italia 0-2: rigore di Belotti e gol di Locatelli

Bulgaria Italia 0 2 rigore di Belotti e gol di Locatelli
Spread the love


Primo successo azzurro a Sofia nella storia firmato dal Gallo, che colpisce anche un palo, e dalla prima rete del centrocampista del Sassuolo in Nazionale. Per Mancini sono 24 gare di fila senza sconfitte

L’Italia di Roberto Mancini non si ferma. E rompe il tabù Bulgaria: gli azzurri non avevano mai vinto dalle parti di Sofia. Ci riescono grazie a un rigore (generoso) conquistato e trasformato dal Gallo Belotti al tramonto del primo tempo e al raddoppio di Manuel Locatelli a 10′ dalla fine, con un gran tiro a giro. Il 2-0 finale è buono soprattutto per la statistica. Sono 24 senza sconfitte per il c.t. sulla panchina della Nazionale e 6 punti nel girone di qualificazione al Mondiale in Qatar, gli stessi della Svizzera: la coppia in vetta si è presa tutta la scena del Gruppo C, vincendo due gare a testa delle quattro totali sinora disputate.

Ruggine

—  

Non è però un’Italia brillante, quella di Sofia, almeno sino al raddoppio di Locatelli. Imbrigliata per gran parte del match dall’aggressività di una Bulgaria modesta, ma sul pezzo, al contrario di giovedì contro la Svizzera, quando aveva subito 3 gol nei primi 12′. Mancini, rispetto alla partita precedente con l’Irlanda del Nord, lancia dal 1′ Acerbi in difesa (al posto dell’infortunato Chiellini), Sensi in regia (fuori Locatelli), Chiesa largo in attacco (non c’è Berardi) e Belotti da centravanti (Immobile in panchina). Dopo 5′ con i padroni di casa all’attacco (Donnarumma controlla in presa una girata di Galabinov), l’Italia prende in mano la partita. La manovra però difetta di precisione e imprevedibilità, tanto che il portiere Iliev non deve compiere parate per tutto il primo tempo, nonostante un paio di palloni che danzano pericolosamente dalle sue parti. A sbloccare il match ci pensa l’arbitro sloveno Vincic al 43′, trasformando un contattino tra Dimov e Belotti in un molto dubbio calcio di rigore. Lo stesso attaccante del Torino insacca con freddezza dagli undici metri, angolando alla perfezione col destro.

Secondo tempo

—  

La ripresa non si distingue molto dalla prima frazione di gioco. La Bulgaria protesta al 57′ per un tocco di mani di Sensi in scivolata, mentre al 64′ Vincic ignora un intervento, stavolta sì da rigore, di Antov sempre su Belotti. Al 72′ la giocata più bella della serata: Verratti lancia per il Gallo, che scavalca in pallonetto Iliev, ma colpisce il palo e sulla respinta calcia incredibilmente alle stelle. I padroni di casa si salvano, ma il raddoppio è nell’aria e arriva all’82’ con il neo entrato Locatelli, che servito in area da Insigne s’inventa un bel destro a giro sul palo lontano, dove Iliev non può arrivare. Prima rete in azzurro per il centrocampista del Sassuolo. La Bulgaria perde fiducia e molla, l’Italia ha la chance di dilagare: Immobile potrebbe poco dopo firmare il tris, ma si fa ipnotizzare solo davanti al portiere bulgaro. Il duello si ripete in pieno recupero, Ciro stavolta calcia alla grande da fuori, ma Iliev è miracoloso. Il 3-0, a dirla tutta, sarebbe stato davvero troppo.



Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Katia Aveiro si scaglia contro larbitro Se fosse accaduto qui

Katia Aveiro si scaglia contro l’arbitro: “Se fosse accaduto qui avrebbe avuto difficoltà ad uscire dal campo”

Il Veneto sperimenta la chiamata diretta per anni e mesi

Il Veneto sperimenta la «chiamata diretta» per anni e mesi di nascita- Corriere.it