in

Roma, domani la ripresa. C’è ansia per Kumbulla

Roma domani la ripresa Ce ansia per Kumbulla
Spread the love


L’albanese infortunato con l’Albania. Gli esami diranno quanto si dovrà fermare il difensore. Con Ibanez squalificato e Cristante fermato da un problema al pube dietro unici disponibili sono Smalling e Mancini

Tornerà ad allenarsi domani pomeriggio la Roma di Fonseca, dopo il consueto giro di tamponi, ma a rovinare il fine settimana di relax del tecnico portoghese, tornato a casa per stare con la famiglia e staccare un po’ la spina, è arrivata la notizia dell’infortunio al menisco di Kumbulla con l’Albania. Il difensore arriverà stasera a Roma, domani subito esami, ma la sensazione è che contro il Sassuolo non ci sarà e forse neppure per l’andata dei quarti di Europa League contro l’Ajax, l’8 aprile ad Amsterdam. Tutto nella migliore delle ipotesi. Contro la squadra di De Zerbi sarà ancora emergenza difesa per la Roma visto che Ibanez è squalificato e Cristante è rientrato dalla Nazionale per un problema al pube. Al momento, quindi, gli unici difensori disponibili sono Smalling, che non gioca da tre settimane, e Mancini, che è in Nazionale. Sulla carta quindi, con Fazio e Juan Jesus ormai quasi sempre fuori dalle rotazioni (il brasiliano è anche alle prese con il Covid), potrebbe giocare Spinazzola in difesa con Karsdorp a destra e Bruno Peres a sinistra.

Ancora emergenza

—  

Difficoltà anche a centrocampo perché Veretout non sta ancora benissimo (lesione all’adduttore agli inizi di marzo) e Villar è squalificato. Con ogni probabilità giocheranno in mezzo al campo Pellegrini e Diawara, col francese magari in panchina e pronto a giocare dall’inizio in Europa League, con Pedro ed El Shaarawy dietro la punta. Più Mayoral di Dzeko, al momento, visto che lo spagnolo non è andato in nazionale ma a casa a trovare anche lui la famiglia. Il tutto in attesa che rientri Mkhitaryan, che punta a esserci contro l’Ajax.

Sprint

—  

Di certo, le prossime tre settimane saranno fondamentali per la Roma e anche per Fonseca. La squadra giallorossa, unica italiana rimasta in corsa nelle coppe, giocherà ogni tre giorni. Dal 3 al 22 aprile avrà 6 partite: sabato 3 sarà impegnata in trasferta contro il Sassuolo, l’8 ancora trasferta contro l’Ajax, domenica 11 alle 18 arriverà a Roma il Bologna, mentre giovedì 15 ritorno contro gli olandesi. Domenica 18 nuova trasferta in casa del Toro, giovedì 22 invece all’Olimpico scontro diretto in chiave Champions con l’Atalanta. Tre settimane da vivere tutte d’un fiato per uno sprint finale che può regalare gioie infinite (se la Roma passasse il turno farebbe la seconda semifinale europea in tre anni) oppure mettere una pietra definitiva sul futuro di Fonseca a Trigoria, ma anche su quello di molti giocatori. Chiamati, loro come l’allenatore, a fare il salto di qualità.



Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Covid Lombardia oggi 3520 contagi e 75 morti bollettino 28

Covid Lombardia, oggi 3.520 contagi e 75 morti: bollettino 28 marzo

Covid Veneto oggi 1404 contagi e 11 morti bollettino 20 scaled

Covid Veneto, oggi 1.404 contagi e 11 morti: bollettino 20 marzo