in

Si schianta nella foresta amazzonica, si salva dopo 36 giorni di cammino- Corriere.it

Si schianta nella foresta amazzonica si salva dopo 36 giorni
Spread the love


Stava volando a 900 metri sopra l’Amazzonia diretto a una miniera illegale nel profondo della riserva di Maicuru, in Brasile, quando l’unico motore del piccolo aereo a elica alla sua guida si spento, precipitando al suolo. Ha dell’incredibile la storia che vede protagonista il pilota Antonio Sena, 36 anni, sopravvissuto allo schianto del suo Cessna 210L. Non solo perch l’uomo uscito illeso da un incidente di facile epilogo nefasto. Non tanto perch l’aereo, dal carico altamente infiammabile (stava portando un carico di gasolio ai minatori) andato in fiamme un attimo dopo che il pilota si era allontanato dal mezzo. Ma perch quando il pilota ha capito che, l, dove era precipitato nelle viscere della foresta, nessuno mai sarebbe riuscito ad avvistarlo, il signor Sena ha iniziato a camminare. E lo ha fatto per 36 giorni – tanto gli ci voluto per mettersi in salvo – attraverso la foresta pluviale dell’Amazzonia, habitat di giaguari, insetti velenosi, anaconde.

Come un film (per tutto vero)

L’avventura, terminata lo scorso 6 marzo e riportata dal New York Times, talmente incredibile che potrebbe essere la sceneggiatura del migliore dei film di genere catastrofico (per fortuna a lieto fine). Ecco le sequenze: Antonio Sena si accampa vicino ai resti del Cessna immaginando che fosse la sua migliore possibilit di essere individuato. Ma i piloti di ricerca fanno il giro della zona per diversi giorni e — come racconta lo stesso Sena — gli svolano proprio sopra senza vederlo.
Cos Antonio Sena cammina. Per giorni. Solo la mattina, sfruttando la posizione del sole per andare a est verso il fiume. Attraversa paludi. Improvvisa ripari con palme e rami per proteggersi dalla pioggia dormendo in collina, lontano dall’acqua, riserva di caccia prediletta dai predatori. Viene assediato da branchi di scimmie che cercavano di distruggergli i gi precari rifugi. Impara a cibarsi di uova di uccelli e frutti di breu dopo aver visto quelle stesse scimmie che l’avevano aggredito mangiarli e aver pensato di poterlo fare anche lui. Si salva. Dopo pi di un mese di cammino Antonio Sena si imbattuto con dei collezionisti di noci brasiliane che non raccoglieva noci in quella parte della foresta pluviale da tre anni. A guidare il gruppo Maria Jorge dos Santos Tavares, 67 anni, che ha perso il marito per Covid e, per far fronte ai problemi economici, ha iniziato a cercare noci nella zona pi profonda della foresta dove incontra il pilota. Abbiamo perso una vita e tu ne hai guadagnata una, gli dice la donna. Nei titoli di coda di questa storia incredibile scorrono le parole di Antonio Sena a commento della foto che ha postato sul suo profilo Instagram, una volta tornato a casa: Finalmente ho ricevuto una delle foto che desideravo di pi. Questa Dona Maria Jorge e la sua incredibile famiglia, che mi hanno accolto con cuore aperto e tanto affetto. Presto ci rivedremo !! Ti voglio bene!!.

28 marzo 2021 (modifica il 28 marzo 2021 | 14:28)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Milan ripresi gli allenamenti Pioli con 11 giocatori Rebic sta

Milan, ripresi gli allenamenti: Pioli con 11 giocatori, Rebic sta bene

Serie A femm Live La Juventus raddoppia sul Milan

Serie A fem. – Poker della Giacinti, il Milan resta in scia della Juventus