Ibra scintille il mito dellhockey ghiaccio Salming

Ibra, scintille il mito dell’hockey ghiaccio Salming

Salming, ex stella dell’Nhl, lo attacca: “Non ha stile, poco rispetto per gli altri”. La replica di Zlatan: “Gesticolare non vuol dire essere negativo”

Di nuovo un battibecco – via media – con un mito di un altro sport. Stavolta, però, non è Zlatan Ibrahimovic a scagliare la prima pietra, bensì quello chiamato a replicare. In questo caso al 69enne Borje Salming, mito dell’hockey ghiaccio, considerato fra i più forti difensori di tutti i tempi (con oltre mille presenze in Nhl) e suo connazionale. Salming in un’intervista al quotidiano svedese Aftonbladet ha parlato così di Zlatan: “Lo stimo per ciò che può fare sul campo. È un calciatore incredibile che vuole fare molto e lo fa alla sua età. Quello che non mi piace è lo stile, la gestualità e il linguaggio quando non ottiene ciò che vuole. Perché non puoi sempre ottenerlo e devi essere rispettoso degli altri. Sono discussioni che dovrebbero essere gestite in modo più controllato negli spogliatoi. Spesso mi sono chiesto cosa stava facendo e perché lo faceva. Solo perché sei il migliore non puoi fare tutto da solo e a modo tuo”.

Un… disco in testa

—  

La replica non si è fatta attendere, è stato sufficiente che Ibra prendesse la parola dal ritiro con la nazionale svedese: “In Svezia mi attaccano sempre qualsiasi cosa faccia. In Italia non è così, sono più libero. Solo perché gesticolo in campo non è vero che sono negativo, che rimprovero. Per me è un modo di apprezzare ciò che fanno i miei compagni. Lui non mi conosce e dunque è meglio che stia zitto. Solo perché gesticoli non significa essere negativo. Io sono positivo. Quindi pensi a sé stesso che io penserò per me. Anche se si prende un disco in testa non vuol dire che sta facendo la cosa giusta”. Questa è in pratica l’unica cosa che ha turbato la seconda luna di miele dello svedese con la sua nazionale. Peraltro, come si ricorderà, un mese fa Zlatan era stato protagonista di un altro screzio a distanza con un mostro sacro di un altro sport, ovvero LeBron James. A cui aveva detto pubblicamente di non sopportare quando un atleta, raggiunto un certo status, parla di politica. La stella dei Lakers aveva risposto a stretto giro di posta: “Divertente che queste parole vengano da lui, che nel 2018 in Svezia ha fatto le stesse cose”.


Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Pirlo si affida a Chiesa decisivo ora colonna Juve per

Pirlo si affida a Chiesa: decisivo ora, colonna Juve per il futuro

Pirlo si affida a Chiesa: decisivo ora, colonna Juve per il futuro “Fede ha fame …

Rispondi