Pasqua solidale pacchi alimentari per 20 mila famiglie povere scaled

Pasqua solidale, pacchi alimentari per 20 mila famiglie povere


Sono circa ventimila le famiglie povere piegate dall’emergenza Covid che per Pasqua e Pasquetta potranno mettere a tavola i migliori prodotti agroalimentari made in Italy e passare delle feste più serene grazie all’importante operazione di solidarietà del sistema agroalimentare italiano presentata al Premier Mario Draghi dal presidente della Coldiretti, Ettore Prandini e dal segretario Generale della Coldiretti Vincenzo Gesmundo. L’iniziativa promossa da Coldiretti, Filiera Italia e Campagna Amica con la partecipazione delle più rilevanti realtà economiche e sociali del Paese ha visto la spedizione del primo carico di aiuti alimentari dal cortile di Palazzo Chigi “A sostegno di chi ha più bisogno”.


L’importante operazione di solidarietà del sistema agroalimentare italiano prevede la consegna a ogni famiglia italiana in difficoltà di un pacco di oltre 50 chili con prodotti 100% made in Italy. Dalla pasta al riso, dal Parmigiano Reggiano e Grana Padano, a biscotti, sughi, salsa di pomodoro, tonno sott’olio, dolci e colombe pasquali. Ed inoltre tra le tante cibarie anche stinchi, cotechini e prosciutti, carne, latte, panna da cucina, zucchero, olio extra vergine di oliva, legumi e formaggi fra caciotte e pecorino. Per l’occasione saranno impiegate decine di mezzi per le consegne lungo tutta la Penisola per procedere poi alla distribuzione a nuclei familiari in stato di bisogno individuati da Coldiretti e Campagna Amica insieme ai servizi sociali dei comuni e alle parrocchie.

Un’operazione che vuole essere un segnale di speranza per il Paese e per tutti coloro che in questi mesi hanno pagato più di altri le conseguenze economiche e sociali dell’emergenza Covid. Sono infatti 5,6 milioni in Italia le persone in povertà assoluta, un milione in più rispetto allo scorso anno, con il record negativo dall’inizio del secolo, segnala ancora la Coldiretti in base ai dati Istat.

Più di una famiglia su quattro (28,8%) ha dichiarato un peggioramento della propria situazione economica nel 2020 rispetto all’anno precedente e il deterioramento della situazione economica ha colpito di più le regioni ricche del Centro (30,5%) e del Nord (28,8%) rispetto al Mezzogiorno (27,7%). La povertà cresce soprattutto al Nord, area particolarmente danneggiata dalla pandemia, dove la percentuale di poveri assoluti passa dal 6,8% al 9,4%. A pagare il prezzo più alto alla crisi sono stati mamme e papà single e le coppie con uno o due figli.




Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Emilio Fede ricoverato la figlia allAdnkronos Solo una caduta

Emilio Fede ricoverato, la figlia all’Adnkronos: “Solo una caduta”

“Nessun incidente per strada né tantomeno interventi chirurgici e nessuna reinfezione da Covid. Papà ha …

Rispondi