Leterno ritorno della realta virtuale Sony ci riprova ecco la Vr

L’eterno ritorno della realtà virtuale. Sony ci riprova: ecco la Vr di PlayStation 5

A sorpresa, proprio come preferisce fare negli ultimi anni, Sony ha svelato forma e caratteristiche dei controller che funzioneranno con il nuovo visore per la realtà virtuale di PlayStation 5, visore ancora in sviluppo e tenuto al momento segreto. Il prossimo PlayStation VR dovrebbe debuttare nei negozi il prossimo anno.

Come andata con il primo Vr

Il primo PlayStation VR ha avuto vita facile: la concorrenza era composta prevalentemente dal VIVE di HTC e i vecchi modelli di Oculus, tutti visori molto costosi e utilizzabili solo collegati a personal computer da gioco tutto fuorché economici. Il nuovo PlayStation VR dovrà invece vedersela con una nuova generazione di rivali, incluso l’ultimo arrivato in casa Facebook, quell’Oculus Quest 2 che, con la sua tecnologia all-in-one permette l’accesso alla migliore realtà virtuale senza l’ausilio di hardware esterni e, di conseguenza, senza scomodi cavi tra i piedi. Prezzo contenuto e la possibilità di essere utilizzato su normali personal computer per risultati ancora migliori, hanno spinto il Quest 2 oltre le tre milioni di unità vendute in circa quattro mesi di disponibilità (i dati di vendita non sono ufficiali ma una stima degli sviluppatori di Rec Room, uno dei software gratuiti più scaricati). In coda al gruppo troviamo il Valve Index, il visore più costoso e qualitativamente migliore specificatamente pensato per i videogiocatori che non amano scendere a compromessi, e che se lo possono anche permettere economicamente visto i quasi mille euro richiesti per portarsene a casa uno.

Loading…

Next-gen VR, le immagini

Photogallery5 foto

Visualizza

La mossa di Sony

Sony prova a rispondere con un visore che potrebbe non essere rivoluzionario, ma estremamente competitivo sia dal punto di vista del prezzo (sotto i trecento euro?), che da quello software, con alle spalle la potenza del nome PlayStation in grado senza dubbio di fare ancora una volta la differenza. Per quel che riguarda i nuovi controller, si nota subito l’abbandono delle anacronistiche e imprecise sfere luminose che hanno caratterizzato la prima versione della realtà virtuale Sony, e un design che non si discosta poi molto da quello adottato da Facebook per i controller degli ultimi Oculus. Rispetto alla concorrenza, i controller del nuovo PlayStation Vr potranno contare su tutta la tecnologia infilata nel DualSense, il pad di PlayStation 5 che ha stupito il mondo con i suoi feedback aptici, in grado di trasmettere sulla mano dell’utente diverse sensazioni tattili, e i grilletti adattivi, capaci di resistere alla pressione del dito in base al tipo di interazione con il quale si è alle prese. I due nuovi controller, che verrano inclusi nella confezione del prossimo visore al contrario di quanto accadeva con il vecchio PlayStation VR, riveleranno quali dita poggeranno sulla loro scocca in modo da permettere una gestualità impossibile con i PlayStation Move.

La sfida dell’intrattenimento virtuale

L’unica cosa che sembra mancare nel progetto Sony è quell’utilissimo velcro presente sui controller del Valve Index che permette all’utente di aprire totalmente la mano, utile in certe interazioni, senza che questi cadano a terra. I movimenti dei controller saranno registrati direttamente dal visore, quindi fortunatamente questa volta non sarà necessario usare scomode, limitanti e costose telecamere da posizionare nei pressi della tv.Chi conosce l’intrattenimento virtuale e le caratteristiche tecniche dei visori già in commercio forse non rimarrà particolarmente colpito da questi primi dettagli emersi sul nuovo progetto Sony. La compagnia giapponese sta semplicemente recuperando il terreno perso in questi ultimi anni, e dal punto di vista dell’hardware, del visore e dei controller, questo è più che sufficiente. Là dove non potrà accontentarsi è nello sviluppo di software esclusivi: è proprio attraverso i suoi inestimabili giochi che Sony può e deve dimostrare che per la realtà virtuale è finalmente arrivato il momento di entrare in una nuova e più prosperosa era.


Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Google Maps diventa sostenibile ora mostra anche il percorso piu

Google Maps diventa sostenibile: ora mostra anche il percorso più green

Per contrassegnare i percorsi eco-compatibili Google userà una foglia verde come icona e includerà alcune …

Rispondi