Ciclismo posizioni vietate quali sono Dal 1° aprile chi le

Ciclismo, posizioni vietate: quali sono? Dal 1° aprile chi le usa rischia la squalifica

No, non è un pesce d’aprile: da giovedì 1° aprile 2021 l’Unione Ciclistica Internazionale mette al bando quattro tra le posizioni più aerodinamiche adottate dai corridori durante le gare. E punisce severamente chi le adotta, anche solo per pochi secondi: da un minimo di 900 euro di multa con la perdita di 25 punti nel ranking Uci all’eliminazione dall’ordine di arrivo dopo il traguardo alla squalifica in corsa con tanto di cartellino rosso. Lo scopo? Aumentare la sicurezza, mettere tutti gli atleti nelle stesse condizioni (c’è chi certe posizioni non ha proprio coraggio di adottarle) e — qui nasce la polemica — dal dover essere da buon esempio per i giovani atleti. Un po’ come se si chiedesse a Valentino Rossi di non piegare il ginocchio a terra in curva per non indurre in tentazione i giovani motard. Una decisione che ha scatenato diverse proteste da parte dei corridori, che avevano anche minacciato di fare sciopero.

1 aprile 2021 | 07:39

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

una giornata o anche due Corriereit

una giornata o anche due- Corriere.it

C’ grande attesa sulla decisione del giudice sportivo. Fondamentale, come sempre in questi casi, il …

Rispondi