Concerto social a Pasqua con i geni icona dellarte Raffaello e

Concerto social a Pasqua con i geni-icona dell’arte: Raffaello e Mozart- Corriere.it

Raffaello e Mozart a confronto per un omaggio in musica ai due geni dell’arte: il grande maestro della pittura rinascimentale e l’enfant prodige della musica classica. il concerto eseguito da uno dei pi famosi quartetti d’archi nella splendida sala decorata dal Gherardi della Pinacoteca di Palazzo Vitelli alla Cannoniera di Citt di Castello davanti al celebre Gonfalone della Santissima Trinit, unico capolavoro di Raffaello presente in citt, e che domenica — giorno di Pasqua — verr trasmesso alle 10,30 sui canali social del Comune della citt (www.comune.cittadicastello.pg.it). Un evento pensato per omaggiare i 500 anni dalla morte del grande artista di Urbino, icona indiscussa dell’arte italiana, e in vista dell’apertura della mostra Raffaello giovane a Citt di Castello e il suo sguardo che si svolger proprio qui, dal 18 settembre 2021 al 9 gennaio 2022. un omaggio al genio di Raffaello, all’arte, alla cultura, al mondo dello spettacolo, della musica, ora pi che mai in un momento difficile dal quale con il vaccino prima di tutto ma anche con iniziative come queste di promozione e sensibilizzazione al “bello” alle eccellenze italiane, ne usciremo fuori tutti insieme con maggiore forza e desiderio di rinascita, hanno precisato il sindaco, Luciano Bacchetta e l’assessore alla cultura, Vincenzo Tofanelli.

Il concerto

Il quartetto d’archi diretto dal maestro Fabio Battistelli, noto clarinettista e regista dell’evento che vede al centro della scena Raffaello e Mozart, composto da Luca Marziali e Matteo Baldoni (violino), Federico Stassi (viola), Alessandro Culiani (violoncello) eseguir il quintetto per clarinetto e quartetto di Mozart suddiviso in quattro tempi (Quintetto in la maggiore per clarinetto, K. 581 “Stadler”). Dedichiamo questo concerto — ha detto il maestro Fabio Battistelli al termine della registrazione — a tutti coloro che in questo momento caratterizzato dalla pandemia sono costretti a non poter lavorare in tutti i settori della filiera culturale-musicale-artistica e dello spettacolo. Un messaggio di speranza a loro, a noi stessi, all’Italia.

Raffaello e la mostra

Raffaello giovane pittore tra Urbino e Perugia e il suo rapporto con Pietro Perugino (e quindi con la cultura umbra). Al centro della scena, corredata da innovativi supporti multimediali, il Gonfalone della Santissima Trinit, unica opera di Raffaello rimasta in citt. Il dipinto, grazie alla mostra Raffaello giovane a Citt di Castello e il suo sguardo, sar oggetto di un significativo intervento di restauro (oltre che fulcro del concerto). Dopo aver subito due spostamenti in seguito all’emergenza sanitaria, la mostra aprir finalmente 18 settembre. Supportata da un comitato scientifico internazionale e corredata da un catalogo che si preannuncia denso di novit significative. A Citt di Castello Raffaello lasci ben quattro opere, in un arco di tempo che va dal 1500 al 1504; il suo primo dipinto, che lo vede esordire come magister autonomo con un contratto del dicembre del 1500, una grande tavola con l’Incoronazione di San Nicola da Tolentino eseguita per la chiesa di Sant’Agostino. Danneggiata in seguito al terremoto del 1789, l’opera ora conservata in stato frammentario a Napoli (Museo Nazionale di Capodimonte – restaurata per l’occasione), Brescia (Pinacoteca Tosio Martinengo) e Parigi (Muse du Louvre).

Prestiti internazionali

L’esposizione ricostruisce le esperienze che Raffaello giovanissimo pot vivere in un ambiente ricco di stimoli e denso di passati trascorsi culturali legati al soggiorno di Luca Signorelli in citt. L’iniziativa, che vanta prestiti provenienti da importanti musei italiani e stranieri, promossa dal Comitato regionale umbro per le celebrazioni raffaellesche Guarda Raffaello ed stata approvata dal Comitato Nazionale per la celebrazione dei 500 anni dalla morte dell’Urbinate. Raffaello giovane a Citt di Castello e il suo sguardo curata da Marica Mercalli, gi Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria e ora Direttore Generale per la Sicurezza del Patrimonio culturale del Ministero della Cultura, e da Laura Teza, professore associato di Storia dell’Arte moderna dell’Universit degli Studi di Perugia.

1 aprile 2021 (modifica il 1 aprile 2021 | 15:49)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

jackpot vola a 1338 milioni

jackpot vola a 141,3 milioni

Nessun ‘6’, né ‘5+1’ al concorso di oggi del Superenalotto. Questa la combinazione vincente: 1 …

Rispondi