Sinochem ChemChina nasce holding petrolchimica da 150 miliardi di dollari

Sinochem-ChemChina, nasce holding petrolchimica da 150 miliardi di dollari


Coetanei, Ren e Ning, entrambi classe 1958, entrambi nati in provincia, Lanzhou e Shandong, rispettivamente, ma con un percorso di vita e di studi molto diversi. Ning ha studiato anche negli Usa, vanta un MBA dell’Università Pittsburgh, Katz School of Business, già nel 1987. Ren non è andato oltre l’università, sempre di Lanzhou, ma la sua parabola professionale è ancora oggetto di culto da parte dei guru di McKinsey perchè ha saputo incidere sull’inefficienza del settore pubblico cinese facendolo fruttare.

Ren è rimasto legato alla sua terra tanto da comprare attraverso ChemChina la catena di ristoranti dei mitici spaghetti di Lanzhou, quelli tirati a mano con una procedura molto complessa e antica . Geniale il primo, per aver creato dal nulla un colosso della chimica, dalla piccola fabbrica di solventi Bluestar Ren era passato ad acquisizioni sempre più grandi. Più estroverso e vario il percorso dell’altro, tra società non tutte incentrate su chimica e petrolio.

Ning è stato anche il grande capo del colosso statale del food COFCO, vice presidente di Vanke, gigante dell’immobiliare. Ren immaginava un mondo con la chimica al centro. Ma in seguito l’esperienza in Cofco, gli sarà utile nel capitolo Syngenta, leader dei fertilizzanti per l’agricoltura. Più carismatico Ren, sempre più nell’ombra, discreto. Entrambi però con posizioni importanti nei vertici del partito comunista cinese.

Il grande passo su Pirelli

Chemchina e Ren diventarono noti in Italia per l’acquisto nel 2015 di Pirelli per 7,7 miliardi di dollari, la più alta di sempre per l’Italia, un’icona del made in Italy, dell’industria delle gomme top di gamma di cui Ren si era letteralmente invaghito. Poi, venne anche la svizzera Syngenta, il colosso dei fertilizzanti chimici, 43 miliardi di dollari, l’acquisizione più alta di sempre fatta da Pechino. Un passo molto oneroso, specie nei tempi più recenti quando l’economia cinese in pieno Covid-19 si è come fermata.

Ren da ragazzo era stato spedito a Dunhuang, nel deserto, durante la rivoluzione culturale. Lì ha imparato a resistere. Cedere il passo a Ning però non fu per lui cosa semplice. Cedergli i suoi gioielli, ancor meno. Ning, da presidente di Sinochem si prese anche Chinachem. E Syngenta, il 16 luglio del 2018.


Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Borrell Condizioni Navalny preoccupanti Mosca e responsabile

Borrell: «Condizioni Navalny preoccupanti. Mosca è responsabile»

«La situazione di Navalny è molto preoccupante. Ho ricevuto una lettera dal suo team, siamo …

Rispondi