in

Bologna-Inter, le formazioni e dove vederla in tv. Fuori Perisic e De Vrij- Corriere.it

Bologna Inter le formazioni e dove vederla in tv Fuori Perisic
Spread the love


Bologna, ore 20.45
Bologna (4-2-3-1): 34 Ravaglia ;14 Tomiyasu, 23 Danilo, 5 Soumaoro, 35 Dijks; 8 Dominguez, 30 Schouten, 7 Orsolini; 21 Soriano; 10 Sansone, 99 Barrow. All.: Mihajlovic
Inter (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 13Ranocchia, 95 Bastoni; 2 Hakimi, 23 Barella, 77 Brozovic, 24Eriksen, 15 Young; 9 Lukaku, 10 Lautaro. All.: Conte

Arbitro: Giacomelli
Tv: ore 20.45 Sky

Poco si parlato in settimana, molto si fatto, tanto ancora c’ da sudare per il primo scudetto dopo 11 anni di astinenza. Per l’Inter stata una sosta lunghissima, tre settimane di stop tra il rinvio del match con il Sassuolo e la pausa per le Nazionali. Antonio Conte cerca a Bologna il primo scatto per la volata scudetto. Vuole fare il vuoto e allungare a nove la serie di successi consecutivi. L’ultimo a riuscirci fu Mancini nel 2007 che poi fiss il record della serie A arrivando a 17 vittorie di fila.

Sui nerazzurri inizia a crescere la pressione. Ci deve essere sempre se sei all’Inter, i giocatori devono abituarsi a vivere questa situazione. Dobbiamo dare continuit ai risultati, siamo stati bravi a fare questo filotto, mi auguro di non fermarci a Bologna, avverte Conte.

Di solito la sua Inter non sbaglia mai le ripartenze dopo le soste: sei vittorie e un’unica sconfitta, nel derby d’andata. Il Bologna per viene da due successi, vive tranquillo nella pancia della classifica e Sinisa Mihajlovic, pur senza il portiere titolare Skorupski, al solito bellicoso: In due delle ultime tre trasferte con l’Inter abbiamo vinto e l’anno scorso al Dall’Ara perso solo per un rigore. Certo che potendo gli toglierei volentieri Lukaku e Lautaro.

La coppia gol nerazzurra fa paura, gi 33 le reti realizzate. Lukaku insegue poi un record: pu diventare il settimo giocatore nella storia della Serie A a segnare almeno 20 gol in due stagioni consecutive con la maglia dell’Inter, dopo Meazza, Amadei, Boninsegna, Icardi, Nyers e Vieri.

A Conte interessa un solo traguardo, lo scudetto. L’errore che dobbiamo evitare? Parlare. Non dobbiamo parlare, dobbiamo fare i fatti: zitti e pedalare. Ci aspettano tre gare in nove giorni, sar importante ricominciare nella giusta maniera. Dopo La trasferta di Bologna, il calendario propone il recupero con il Sassuolo e il Cagliari. Con tre vittorie l’allungo scudetto sarebbe quasi completo.

La preoccupazione per resta, perch pure all’andata l’Inter infil otto vittorie, poi cadde contro la Sampdoria. Bologna una di quelle insidiose tappe intermedie, ma pur vero che l’ultimo successo dei rossobl al Dall’Ara contro l’Inter risale al febbraio 2002.

La pausa delle Nazionali un’incognita, a volte per pu rivelarsi un aiuto. Conte ha ritrovato Stefano Sensi, tornato al gol con l’Italia. Il centrocampista ha vissuto l’ultima stagione e mezza da infortunato, il rientro regala al tecnico un’opzione di qualit in pi. L’altra faccia della medaglia l’affaticamento di Perisic, non partito per Bologna. Vincere ancora significa tenere Milan e Juve distanti e stroncare sogni di rimonta.

Con De Vrij negativizzato (ma dovrebbe giocare Ranocchia), l’Inter tornata quasi alla normalit. Il quadro nerazzurro migliorato dentro e fuori dal campo. L’emergenza Covid stata gestita, il calendario strizza l’occhio, la societ ha fatto il suo saldando una mensilit e le pendenze di mercato. Ma, come dice Conte, poche chiacchiere, a Bologna serve il nono successo per lo scatto scudetto.

2 aprile 2021 (modifica il 2 aprile 2021 | 23:18)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Inter lagente di DAmbrosio Voleva lasciare il calcio

Inter, l’agente di D’Ambrosio: “Voleva lasciare il calcio”

Juventus Cobolli Gigli tuona Non vorrei che questo caso diventasse scaled

Juventus, Cobolli Gigli tuona: “Non vorrei che questo caso diventasse un’occasione per cedere Dybala…”