in

in coppa del Re la finale dell’orgoglio basco (con un anno di ritardo)- Corriere.it

in coppa del Re la finale dellorgoglio basco con un
Spread the love


Le grandi imprese le avevano fatte nei quarti, quando avevano battuto Real Madrid e Barcellona. La finale si doveva giocare il 18 aprile 2020, nello stadio vuoto per la pandemia. Le due societ hanno deciso cos di rinviarla, sperando di poterla disputare davanti al loro pubblico, rinunciando persino all’Europa League per poter avere spettatori. Purtroppo non andata cos.


Athletic e Real Sociedad hanno dovuto accettare la data del 3 aprile 2021 (nello stadio di Siviglia) perch altre non ce ne sono. Tra due settimane esatte, sempre a Siviglia, c’ gi in programma la finale dell’edizione 2021, con l’Athletic ancora protagonista, questa volta contro il Barcellona.

San Sebastin e Bilbao si ritroveranno in campo anche mercoled 7, questa volta per 29 giornata della Liga. Da impazzire.

L’Athletic Bilbao da sempre la Nazionale basca e negli anni del franchismo stata il simbolo concreto della richiesta di indipendenza. Tessera solo giocatori nati nelle regioni dell’Euskal Herria (compresa cio la zona pirenaica francese, vedi Lizarazu) e baschi sia per ius sanguinis (Amorebieta, nato in Venezuela ma da padre di origine basca) che per ius soli (Iaki Williams, nato a Bilbao da genitori ghanesi).

La Real Sociedad ha aperto agli stranieri nel 1989 con il tesseramento di John Aldridge, centravanti inglese poi naturalizzato irlandese. Un po’ meno duri e puri, insomma, ma sempre baschi e fieri di esserlo.

Un derby cos entra nella storia. Jon Rivas su El Pas racconta che nel dicembre 2010 la Commissione di Stato contro la violenza ha dichiarato ad alto rischio la partita tra Real Sociedad e Athletic. Sia a Bilbao sia a San Sebastin la decisione ha suscitato stupore. Era evidente che nessuna delle persone che ha preso quella decisione conosceva in prima persona la rivalit tra i tifosi, che si svolge nelle strade senza violenza.

Forse i burocrati avevano paura di un altro tipo di resistenza. Quella che, come racconta Rivista Undici, nel derby di campionato del 5 dicembre 1976 vide i due capitani, Kortabarra e Iribar, entrare in campo tenendo i lembi della ikurria, la bandiera basca rossa, verde e bianca che per la prima volta dai tempi della Guerra civile sventolava in pubblico. Poco tempo prima, l’allora ministro dell’Interno e vicepresidente del governo spagnolo, Manuel Fraga Iribarne, aveva ribadito che era un insulto agli spagnoli: Prima di esibire questa bandiera dovranno passare sul mio cadavere aveva detto.

Giornali e televisione cercarono di cancellare quell’immagine, ma la censura fall. Il 25 gennaio 1977, per la prima volta, una ikurria spunt sul balcone di un palazzo istituzionale di Pamplona. Nel 1979 lo Statuto la riconobbe come bandiera ufficiale della Comunit autonoma basca.

3 aprile 2021 (modifica il 3 aprile 2021 | 15:57)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Roma Verona diretta live Serie A Calcio 31012021

Atalanta – Udinese: diretta live Serie A Calcio 03/04/2021

Covid Lazio oggi 1631 contagi e 27 morti A Roma

Covid Lazio, oggi 1.631 contagi e 27 morti. A Roma 800 casi