in

«Quelli sono degli incivili, altro che protesta»- Corriere.it

Quelli sono degli incivili altro che protesta Corriereit
Spread the love


«Quelli sono degli scostumati…»
Quelli chi, signor sindaco…?
«Quelli che in spregio di ogni norma e di tutta la gente della Costiera Amalfitana costretta a rimanere a casa si sono messi a mangiare e bere in riva al mare».

Andrea Reale, primo cittadino di Minori, è il personaggio del giorno: è lui il protagonista di un video che per tutti il giorno ha impazzato su siti e social nel quale affronta a brutto muso cinque trasgressori della zona rossa in Campania e sul lungomare del centro della Costiera avevano apparecchiato tavoli con cibo e bevande. A un certo punto del video compare il sindaco Reale che di persone porta loro via tavoli e sedie e ristabilisce in prima persona emin maniera molto concreta ordine e legalità.


Sindaco, raccontiamo dall’inizio come è andata…

«Sono stato avvertito da alcuni miei concittadini che sul lungomare un gruppo di persone stava banchettando in barba ai divieti. Sono arrivato sul posto e la situazione era anche peggio di come mi era stata riferita: non solo quei tizi mangiavano e bevevano ma lo stavano facendo sotto gli occhi di vigili urbani e carabinieri che si guardavano bene dall’interromperli…»

«Vigili e carabinieri li stavano verbalizzando, ma quelli se ne fregavano e continuavano a fare il loro comodo. Per questo li definisco degli scostumati: il loro era un gesto di disprezzo verso tutte le famiglie, gli imprenditori e i sanitari che da più di un anno lottano contro la pandemia».

E a quel punto ha deciso di intervenire con le spicce…

«Un po’ forse ho esagerato, ma io sono responsabile della legalità e della salute verso l’intera mia comunità e non ritengo di aver travalicato i miei poteri. Innanzitutto ho rimesso al loro posto i tavoli e le sedie che quei signori avevano portato via a un bar nelle vicinanze che è chiuso».

I protagonisti della scampagnata dicono che stavano attuando una protesta contro le chiusure, che avevano i permessi…

«Permessi? Ma figuriamoci…Se si fossero presentati al nostro comando dei vigili e ne avessero fatto richiesto avremmo potuto concederlo ma non hanno fatto niente di tutto questo».

Signor sindaco, come è andata a finire?

«I responsabili sono stati identificati e multati ma questo non mi interessa più di tanto, per me importa di più un fatto culturale. Vedete, io e quei signori vogliamo la stessa cosa: che si torni al più presto alla normalità, che ristoranti e negozi possano riaprire. Ma io – che sono anche titolare di un hotel 4 stelle – lo voglio nel rispetto delle regole e in accordo con i medici, loro infischiandosene. Spiacente, ma non è così che si fa. La Costiera Amalfitana è la terra del Grand Tour, visitata da artisti, musicisti, letterati. Siamo la terra della cultura e dell’ospitalità. I sacrifici dei nostri cittadini non possono essere mortificati dall’atteggiamento incivile e spavaldo di chi disattende ogni regola».

3 aprile 2021 (modifica il 3 aprile 2021 | 17:46)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Raspadori in extremis raggiunge i giallorossi Champions piu lontana per

Raspadori in extremis raggiunge i giallorossi, Champions più lontana per Fonseca- Corriere.it

Serie C la Ternana e aritmeticamente in B decisivo il

Serie C, la Ternana è aritmeticamente in B: decisivo il 4-1 con l’Avellino