Sassuolo De Zerbi Cera un rigore per noi Irrati non

Sassuolo, De Zerbi: “C’era un rigore per noi, Irrati non mi piace”

Il tecnico neroverde è soddisfatto dei suoi nonostante la sconfitta: “Ci è mancata un po’ di concretezza, ma abbiamo creato più noi che l’Inter”. E non le manda a dire al direttore di gara

“Nel primo tempo abbiamo tirato poco, anche se nel bilancio finale abbiamo avuto più tiri e più occasioni dell’Inter. Per la mole di gioco che produciamo, ci manca qualche occasione in più ed essere più arrembanti”. Questa, in breve, l’analisi di Roberto De Zerbi dopo il k.o. di San Siro contro l’Inter. “Tante volte sulla trequarti eravamo troppo golosi di andare a riceverla addosso senza permettere al compagno di andare nello spazio – continua il tecnico – poi c’è anche da dire che se l’Inter si chiude col 5-3-2 diventa difficile. Anzi, alla fine abbiamo anche calciato tanto in porta e le occasioni ci sono state”.

SUL CONTATTO

—  

Il match ha sterzato al minuto 67′, quando Lautaro ha firmato il 2-0 Inter chiudendo un’azione nata da un episodio dubbio nell’area nerazzurra. “Il contatto su Raspadori? Per me è rigore, lui tenta di non cadere ma se lo tiri alla fine cade. Comunque Irrati a me non piace come arbitro, al di là dell’episodio di oggi. Il secondo gol è vero che è arrivato in contropiede ma viene da un fallo da rigore, non è stato un contropiede reale. Noi siamo questi, non è vergogna prendere gol in contropiede se stai facendo la partita. Magari c’è qualche errore, ma di fronte c’era l’Inter. È un segnale positivo, significa che abbiamo idee e che siamo propositivi”. La chiosa è dedicata ai giovani in rampa di lancio: “Traoré è un talento che ha davanti Djuricic, Boga, Berardi e Defrel. Non ha trovato molto spazio, ma sulle qualità siamo tutti d’accordo. Ora sta mettendo qualcosa in più, se continua così può diventare un calciatore di altissimo livello. Raspadori calcia i piazzati sia di destro che di sinistro, neanche lui sa qual è il suo piede migliore… La politica del club è puntare sui giovani come abbiamo fatto oggi, al di là delle assenze pesanti che avevamo”.


Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Vlahovic e Caceres cos la Fiorentina torna a respirare passo

Vlahovic e Caceres, cos la Fiorentina torna a respirare: passo in avanti verso la salvezza

E’ la vittoria che serviva, costruita soffrendo e con l’atteggiamento della squadra provinciale, sotto gli …

Rispondi