Vaccini per dipendenti, firmato l’accordo governo-parti sociali

Vaccini per dipendenti, firmato l’accordo governo-parti sociali

Un modello basato su tre diverse modalità organizzative per garantire le vaccinazioni in tutti i luoghi di lavoro, anche nelle PMI. Dalla vaccinazione diretta in azienda, all’utilizzo di strutture sanitarie private attraverso lo strumento delle convenzioni, ovvero le strutture Inail locali. E ‘quanto prevede l’accordo raggiunto nella notte sull’aggiornamento del protocollo sicurezza Covid e sulla creazione di punti di vaccinazione straordinari nei luoghi di lavoro siglato tra i ministeri del Lavoro, della Salute e dello Sviluppo Economico con le parti sociali.

Il documento che stabilisce le linee guida con i requisiti minimi per lo svolgimento della campagna di vaccinazione in azienda stabilisce alcuni principi quadro nazionali, quali l’adesione volontaria dei lavoratori ei costi. Si prevede che il medico competente (nelle aziende che lo possiedono) fornisca informazioni sui vantaggi e sui rischi della vaccinazione ai lavoratori, acquisisca il consenso informato, si occupi di eseguire un triage preventivo e la registrazione, dopodiché verrà effettuata la somministrazione del vaccino affidato a professionisti sanitari con adeguata formazione. Tutto questo è contenuto nella bozza del testo su cui ieri sera è stato molto stretto l’accordo tra governo, aziende e sindacati. “Non mi alzerò dal tavolo fino alla chiusura”, ha ammonito il ministro del Lavoro, Andrea Orlando all’inizio del tavolo nel primo pomeriggio, “sarebbe un buon segno, se le parti sociali firmassero le linee guida sulle vaccinazioni in i luoghi di lavoro e l’aggiornamento del protocollo con le misure per combattere l’epidemia “firmato a marzo e aprile 2020. Il fattore tempo è fondamentale anche per il ministro della Salute, Roberto Speranza, perché” sarà necessario organizzare una campagna di comunicazione e organizzarsi per essere pronti a partire non appena ci sarà una maggiore disponibilità di Vaccini ».

Oggetto del confronto con le parti sociali è stato anche l’aggiornamento del protocollo di sicurezza, che considera il lavoro agile o da remoto uno “strumento utile e modulare di prevenzione” dal contagio Covid sul posto di lavoro, e indica l’utilizzo degli ammortizzatori sociali. , o alle ferie come alternativa al lavoro in presenza. Anche nella fase di graduale ripresa delle attività si continua a privilegiare il ricorso al lavoro agile e da remoto, sempre nell’ottica di prevenire il rischio di contagio, ma il datore di lavoro deve garantire adeguate condizioni di sostegno al lavoratore (assistenza nell’utilizzo delle attrezzature , modulazione dei tempi di lavoro e delle pause).

La bozza prevede inoltre che all’interno o all’esterno, così come nel caso di condivisione di spazi comuni – se il lavoro richiede di lavorare ad una distanza interpersonale inferiore al metro e non sono possibili altre soluzioni organizzative – è obbligatorio l’uso di mascherine chirurgiche o dispositivi di protezione individuale di livello superiore. Altra indicazione: deve essere assicurato un piano turni per i dipendenti dediti alla produzione con l’obiettivo di minimizzare i contatti.

Per quanto riguarda i viaggi e le trasferte di lavoro nazionali ed internazionali, secondo il progetto consegnato alle parti sociali, è opportuno che il datore di lavoro, in collaborazione con il medico competente, valuti il rischio considerando anche l’andamento epidemiologico dei siti di destinazione, facendo riferimento anche a siti istituzionali. Tutti gli eventi interni e tutte le attività formative in aula, anche obbligatorie, sono sospese con alcune eccezioni (sono consentiti gli esami di qualificazione Iefp in presenza, così come la formazione in azienda per i dipendenti).

Non sono ammesse riunioni in presenza, salvo che non sussista motivo di necessità e urgenza; se il collegamento a distanza è impossibile, la partecipazione deve essere ridotta al minimo, devono essere garantite le distanze interpersonali, l’uso della maschera chirurgica (o dispositivi di protezione individuale di livello superiore) e un’adeguata ventilazione del locale.

Altre News per: vaccinidipendentifirmatol’accordogovernopartisociali




Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

BIG (festival brasiliano gioco indipendente) al via l

BIG (festival brasiliano gioco indipendente) al via l’evento 2021

Dal 4 all’8 maggio, i partecipanti possono godere di presentazioni di funzionalità di giganti come …

Rispondi