Riapertura stadi il no di Antonella Bellutti

Riapertura stadi, il no di Antonella Bellutti

L’ex olimpionica e candidata alla presidenza del Coni: “Ritengo inopportuna la mobilitazione per la riapertura degli impianti da calcio, quando anche le società sportive delle altre discipline rischiano di chiudere per sempre”

Nessuna priorità per gli stadi, riaprano con palestre e piscine insieme con lo sport per tutti. Lo dice Antonella Bellutti, candidata alla Presidenza del CONI che il prossimo 13 maggio sfiderà il numero uscente Giovanni Malagò e l’ex presidente della Federciclismo, Renato Di Rocco: “Ritengo inopportuna la mobilitazione per la riapertura degli stadi del calcio, quando anche le società sportive delle altre discipline sono bloccate e rischiano di chiudere per sempre, a centinaia, con gravi ricadute occupazionali. Gli stadi andranno riaperti quando ci saranno le condizioni per riaprire anche palestre, piscine, piste di atletica (chiuse solo nelle zone rosse, ndr) e ogni altra struttura dove 30 milioni di italiani sperano di recuperare quel benessere psicofisico messo a dura prova dalla pandemia”.

NON SOLO CALCIO

—  

La Bellutti aggiunge che “lo sport italiano e i suoi massimi dirigenti dovrebbero far sentire la loro voce per sostenere le migliaia di piccole associazioni e per aprire una discussione sul diritto dei cittadini a fare sport. Il calcio non può essere sempre trattato come un ambito privilegiato, soprattutto in un momento di grande sofferenza per tutto lo sport italiano”. Nelle ultime ore il Governo aveva dato una “disponibilità” alla possibilità di una riapertura al pubblico degli stadi in occasione dell’Europeo di calcio all’Olimpico di Roma a partire dall’11 giugno, affidando però al Cts (e ieri gli scienziati sono stati molto prudenti) una ricognizione sul problema. Quanto a palestre e piscine, si attende ancora una data ovviamente compatibile con l’andamento della curva dei contagi e della campagna vaccinale. Se ne parlerà oggi nel vertice Governo-Regioni.


Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Superlega dalla Francia lUefa reagisce e pensa una nuova Champions

Superlega, dalla Francia: l’Uefa reagisce e pensa una nuova Champions da 7 miliardi

L’indiscrezione di RmcSport: in risposta alla scissione delle 12 un piano di Ceferin per una …

Rispondi