Inter Conte e le critiche sul gioco smentite dai numeri

Inter, Conte e le critiche sul gioco smentite dai numeri. E Zhang vuole restare alla guida del club- Corriere.it

Così brutta da essere bellissima. L’Inter vincente e dominatrice non piace, soprattutto a chi non riesce ad arrestarla. La decima vittoria di fila ottenuta contro il Sassuolo ha quasi messo la parola fine alla contesa scudetto, non allo scontro sul gioco della squadra di Conte. «Non abbiamo la puzza sotto il naso. Non trascuriamo l’estetica, ma se non arriva l’importante è che arrivi lo scudetto, manca da troppo. Per l’estetica andremo in un centro, ci faremo un lifting», la cartolina del tecnico ai critici. L’allenatore ha rincarato la dose postando sui social il video dell’azione della prima rete al Sassuolo, arrivata in appena 9 passaggi. Tanti i messaggi ironici tra cui quello di Alessandro Cattelan: «Madonna come giochiamo male… che brutti».

L’estetica del brutto ha segnato un cambiamento radicale nella visione dell’arte del Novecento e come sottolinea l’ex nerazzurro Aldo Serena, campione d’Italia con l’Inter dei record di Trapattoni, «il calcio non è un’esibizione circense». L’aveva poi detto anche Max Allegri («se volete lo spettacolo andate al circo») quando guidava l’inarrestabile Juve, non quella ridisegnata per incantare e però staccata oggi di 12 punti dai nerazzurri e con la qualificazione in Champions da conquistare.

L’Inter è concreta e efficace. Le critiche le spazza via un numero dell’ultima partita. Sassuolo palloni giocati 1.044, Inter 555, più o meno la metà. Eppure i nerazzurri hanno avuto cinque occasioni, gli avversari appena due. La dimostrazione che il palleggio è inutile se fine a se stesso.

«Se giochi in un certo modo hai più possibilità di vincere. Conte ha provato l’anno passato e a inizio stagione una versione alta e aggressiva dell’Inter. L’idea era ambiziosa, ma la squadra quel ritmo non lo reggeva per novanta minuti. Se n’è reso conto e ha cambiato, mostrando di non essere affatto inflessibile, ma un allenatore molto maturo, capace di trovare alternative: non sarà spettacolare, ma concreta sì».

Serena smonta un’altra critica, quella dell’Inter monotematica: catenaccio e contropiede. «Non è così per nulla. È una squadra corale. Si appoggia su Lukaku e sale con i centrocampisti, attacca con Hakimi e l’altro esterno, ha uno svolgimento collettivo dell’azione. Pure l’Inter dei record di Trapattoni veniva criticata all’inizio. Partimmo male, con il freno a mano tirato, fuori subito dalla Coppa Italia, alla fine fu scudetto in un crescendo».

Alessandro Altobelli è ancora più diretto. «Chi lo dice che l’Inter gioca male? Quelli che stanno dietro e vogliono portare negatività. In Italia nessuno gioca meglio dell’Inter, Conte non deve preoccuparsi di queste chiacchiere. Fatemi capire: se l’Inter gioca male ma è prima in classifica, con il miglior attacco, la seconda miglior difesa e ha vinto 22 partite su 29, allora le altre che devono fare? Andare a Lourdes?».

L’Inter è morta pazza e rinata equilibrata, pronta per aprire un ciclo. «Conte e Marotta hanno cambiato l’Inter gliene va dato merito e pure alla società di averli portati. La proprietà non deve però commettere l’errore di non rinnovare, va aggiunto qualcosa ogni anno per aprire una stagione di successi con Conte», avverte Altobelli.

«Per fare bene anche in Europa, dove è necessario un calcio più rischioso, l’anno prossimo servono un esterno sinistro, un vice Lukaku e un centrocampista d’assalto, perché oggi c’è il solo Barella», evidenzia Serena.

Temi da discutere tra Steven Zhang e la dirigenza. Il presidente potrebbe rientrare in Italia la prossima settimana. Il gruppo Suning ha superato la fase più acuta delle tensioni finanziarie, l’idea della famiglia Zhang è continuare alla guida dell’Inter. Appena chiarita in modo definitivo la vicenda societaria, si metteranno a punto le strategie per il futuro. In attesa dell’appuntamento al centro estetico, lo scudetto sarà il primo lifting di Conte all’Inter, già bellissima così.

9 aprile 2021 (modifica il 9 aprile 2021 | 07:44)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

ecco quanto incasseranno e quanto potranno spendere i club Corriereit

ecco quanto incasseranno (e quanto potranno spendere) i club- Corriere.it

Avidit. Scelta dettata da puro interesse economico. Mossa disperata di un gruppo di societ indebitate. …

Rispondi