in

Torino, Nicola: “La classifica non ci soddisfa ancora”

Torino Nicola La classifica non ci soddisfa ancora
Spread the love


Il tecnico granata: “Siamo stati bravi tatticamente e lucidi. Verdi a centrocampo? Questa posizione può diventare importante per il suo futuro”

Davide Nicola appare soddisfatto ai microfoni di Dazn, non soltanto per il risultato, ma per come è arrivato, per la prestazione. Ma il tecnico avverte: “Siamo ancora in una posizione di classifica che non ci può rendere soddisfatti, ci rende soddisfatti il percorso che stiamo percorrendo”.

la partita

—  

Nell’analisi del match si parte dal fatto che il Toro è riuscito a bloccare la fonte di gioco dell’Udinese, quel De Paul controllato da Rincon: “Credo che uno come De Paul non sia facile da bloccare, ma l’abbiamo limitato con un lavoro di squadra. Oggi quello che mi soddisfa è una prestazione che non ha solo una motivazione dietro: siamo stati bravi tatticamente, siamo stati lucidi”. Elogi, da parte di Nicola, soprattutto per gli attaccanti: “Sanabria straordinario, Belotti pure e Zaza idem quando è entrato”. E in difesa un super Bremer. “Ha margini di crescita incredibili, ha un equilibrio dentro e fuori dal campo e questo lo aiuta nell’interpretazione della partita. Oggi è stato bravo anche Izzo, che doveva leggere dei movimenti dell’Udinese. Sono stati entrambi molto abili perché sono stati concentrati, non si sono fatti prendere dalla frenesia. Ora archiviamo questa partita, perché ne arriva un’altra importante (contro la Roma, ndr)”.

verdi in mezzo al campo

—  

Dopo il derby, Verdi di nuovo schierato come centrocampista. Per Nicola quello è il suo posto. “Oggi ha dato un’altra dimostrazione che anche lui crede in questa posizione. A oggi lo vedo lì e fino a quando mi dimostra questo atteggiamento… Questa posizione può diventare importante per il suo futuro”. Si parla anche dell’azione che ha portato al rigore poi trasformato da Belotti: “La capacità di leggere quella situazione è stata sfruttata al meglio, c’è stato un miglioramento anche sotto questo aspetto. Milinkovic? Toccava a lui, era importante che non volesse strafare. L’esitazione su Molina è da divedere con Buongiorno, ma è stata l’unica in tutta la partita”.

Belotti torna al gol

—  

Andrea Belotti è tornato al gol, ed è un gol pesantissimo. “L’atteggiamento deve essere quello che si è visto con la Juve e anche oggi – dice il capitano granata -. Venire qui e portare a casa i tre punti non è stato facile. L’Udinese è una buona squadra, con giocatori fisici, è stata una bella battaglia, ma sappiamo che da qui alla fine ne affronteremo molte e siamo preparati. Segnare dopo due mesi è bello, ma ciò che è più importante è la vittoria. Ho recuperato, devo pensare ad allenarmi e a lavorare. Il colloquio con Sanabria a fine partita? Per tanti è un pregio, ma è anche un difetto: ho il cervello attaccato sul calcio sempre. Parlare ci permette di migliorare”.



Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Marquez torna a Portimao ma come andra La sua idea

Marquez torna a Portimao, ma come andrà? La sua idea fissa è superare i record di Valentino Rossi- Corriere.it

2 1 al Barcellona con Benzema e Kroos e Messi resta

2-1 al Barcellona con Benzema e Kroos (e Messi resta al palo)- Corriere.it