in

Serie A, la moviola degli anticipi della trentesima di serie A

Serie A la moviola degli anticipi della trentesima di serie


Secondo il Milan, Zlatan avrebbe detto “Sembra strano”, frase che potrebbe essere stata equivocata in “Sei un bastardo”

La moviola degli anticipi del sabato della trentesima giornata di serie A. Nulla di rilevante da segnalare per Spezia-Crotone.

PARMA-MILAN (MARESCA)

—  

L’episodio più discusso arriva all’ora di gioco, quando Maresca estrae il cartellino rosso all’indirizzo di Ibrahimovic, dopo aver fischiato un fallo per il Milan (Pezzella in gioco pericoloso su Saelemaekers). Ibra probabilmente si sta ancora lamentando per una spintarella subita nell’azione precedente ed eccede nella protesta. Non si capisce cosa abbia detto lo svedese (“Sembra strano”, come sostiene il Milan, o “Sei un bast….”?), fatto sta che Maresca non ha dubbi e lo espelle direttamente, senza passare prima da un cartellino giallo. Nel resto della gara, otto le ammonizioni comminate dal direttore di gara campano, quattro per parte. L’unica un po’ severa a Meité al 90’. Al 18’ Gervinho cade in area rossonera dopo che Bennacer gli sottrae palla: non c’è nulla che possa far pensare al rigore. Così come al 92’, quando il giovane Traoré va giù nel contrasto con Dalot. Maresca inverte, invece, all’87’ la chiamata sul contatto Krunic-Pellé a 25 metri dalla porta rossonera: punizione fischiata al bosniaco, ma in realtà è il centravanti del Parma a subire fallo.

UDINESE-TORINO (DOVERI)

—  

Al 60’ Doveri fischia senza esitazione il rigore per il Torino: Arslan travolge Belotti sul pallone scodellato da Verdi, c’è poco da discutere. Dieci minuti dopo, contatto tra Buongiorno e Becao nei pressi dell’area granata. L’arbitro fischia punizione per i friulani, ma viene richiamato al monitor dal Var Irrati perché il presunto fallo avviene in realtà all’interno dei 16 metri. Doveri, però, cambia idea dopo l’on field review: niente fallo e palla a due. Il contatto, in effetti, non pare sufficiente per concedere un penalty: Buongiorno usa un po’ le mani, ma entro i limiti e non sembra esserci un deciso scontro tra le gambe. Nel resto della gara, tre cartellini gialli, tutti sventolati a giocatori del Toro (Mandragora, Buongiorno e Zaza) e tutti corretti.



Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Food Vivi@Home dallIndia alla Tailandia piatti tipici direttamente a casa scaled

Food, [email protected], dall’India alla Tailandia piatti tipici direttamente a casa con servizio asporto

Dalla zona rossa alla zona arancione cosa cambia le regole scaled

Dalla zona rossa alla zona arancione, cosa cambia: le regole