in

Formula E, ePrix Roma, La Mercedes di Vandoorne vince Gara 2

Formula E ePrix Roma La Mercedes di Vandoorne vince Gara


Quasi a fotocopia della corsa di sabato, l’ePrix di Roma di questa domenica si è aperto sotto Safety Car e si è risolto nelle prime battute.  Il poleman Nick Cassidy, forse a causa dell’emozione per una partenza tanto avanzata, si è reso subito protagonista di un testacoda con tanto di muso della sua Virgin danneggiato che lo ha costretto al rientro al box per la sostituzione. Tornato in pista in decima piazza e più aggressivo che mai, a due giri dalla conclusione si è dovuto ritirare vanificando ogni battaglia.

A differenza del neozelandese è  andata bene a Stoffel Vandoorne, bravo con la sua Mercedes ad approfittare della bagarre davanti a lui per portarsi in testa al gruppo. Dotato di un ritmo superiore che gli ha permesso di acquisire un vantaggio di oltre 5” si è visto raggiungere dalla concorrenza soltanto nel finale per il Full Course Yellow attivato a seguito del cedimento accusato dall’Audi di René Rast.

Dunque, a sei decimi dal belga è giunto Alexander Sims su Mahindra, quindi a 2”346 la Porsche di Pascal Wehrlein, risalito in top 3 dopo la squalifica della Venturi di Norman Nato per eccesso di energia utilizzata.

Quarto a 5”018 un ottimo Edoardo Mortara su Venturi, autore di un avvincente duello con la BMW di Maximilian Günther.

Sesta la Jaguar di Mitch Evans, a precedere la DS Techeetah di Antonio Felix da Costa e la Nissan e-Dams di Sébastien Buemi, salvo malgrado il contatto che ha tolto dai giochi la Audi di Lucas Di Grassi.

Nona la NIO di Tom Blomqvist, poi la Dragon di Nico Müller. Solamente undicesimo a 15”676 il vincitore di Gara 1 Jean-Eric Vergne su DS Techetaah, già in difficoltà nelle qualifiche, quindi la Dragon di Sergio Sette Camara e la BMW di Jake Dennis.

Quattordicesimo Oliver Turvey su NIO, seguito dalla Porsche di André Lotterer, punito con uno stop&go di 10” in quanto i suoi meccanici sono intervenuti sulla monoposto oltre il limite di tempo stabilito dalla FIA.

Sedicesima la Nissan di un Oliver Rowland davvero scatenato tra ruota a ruota e collisioni, come quella che ha messo nei guai Cassidy. A chiudere il gruppo la Mahindra di Alex Lynn  e la Virgin di Robin Frijns.

Classifica ePrix di Roma Gara 2:

1           Stoffel Vandoorne  Mercedes

 2          Alexander Sims  Mahindra Racing +0”666

3           Pascal Wehrlein Porsche Team +2”346

4           Edoardo Mortara Venturi +5”018

5           Maximilian Gunther  Andretti Autosport +5”305

6           Mitch Evans  Jaguar Racing +5”671

7           Antonio Felix da Costa Techeetah +6”133

8           Sébastien Buemi DAMS +9”795

9           Tom Blomqvist NIO Formula E Team +12”032

10         Nico Müller  Dragon Racing +12”872

11         Jean-Eric Vergne Techeetah +15”676

12         Sergio Sette Camara Dragon Racing +16”009

13         Jake Dennis  Andretti Autosport +16”352

14         Oliver Turvey NIO Formula E Team +17”134

15         Andre Lotterer Porsche Team +17”838

16         Oliver Rowland DAMS +21”140

17         Alex Lynn  Mahindra Racing +37”697

18         Robin Frijns  Virgin Racing +43”103

(RMMedia) 





Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Igor il russo lirriducibile che non vuole prigioni Dalla grande

Igor il russo, l’irriducibile che non vuole prigioni. Dalla grande fuga all’armatura costruita in cella- Corriere.it

Border Patrol agent delayed vaccination and got COVID 19

Border Patrol agent delayed vaccination and got COVID-19