in

Serie A, moviola: Caicedo su Magnani, giusto annullare

Serie A moviola Caicedo su Magnani giusto annullare
Spread the love


Marco Guidi-Edoardo Lusena

Ecco gli episodi arbitrali dell’ultima giornata di campionato.

Inter-Cagliari

—  

Direzione di gara senza incertezze per Pairetto. Al 17’ Sanchez segna, ma parte da un’evidente posizione di fuorigioco segnalata dall’assistente Valeriani e confermata dal Var Massa. Due le ammonizioni, condivisibili: Brozovic al 52’ in ritardo sulla gamba di Joao, Nainggolan nel recupero è costretto al fallo su Lukaku lanciato in velocità: non è però chiara occasione da gol, giusto il giallo.

Verona-Lazio

—  

Partita spigolosa gestita da Chiffi con un eccesso di benevolenza: un paio di cartellini in più, per la reiterazione dei falli, ci potevano stare. Giusto invece, l’annullamento del gol di Caicedo: al 47’ l’attaccante ecuadoregno – nella fase iniziale – resiste al recupero di Magnani con una sbracciata sul volto. Chiffi convalida, ma poi viene chiamato alla review dal Var Orsato: gol annullato e cartellino giallo (non è un gesto violento) per la punta.

Juventus-Genoa

—  

Di Bello tiene bene la gara per i 90’, distribuendo tre cartellini gialli per parte ineccepibili. Piccolo errore al 20’, quando Cuadrado ferma con le mani a pochi centimetri dalla propria area un pallone poi raccolto da Zappacosta: l’arbitro fischia punizione (anche il silent check del Var confermerà la posizione) e ammonisce il colombiano, ma sarebbe stato più corretto applicare il vantaggio. Al 49’ il Genoa accorcia le distanze con Scamacca, tra le proteste di De Ligt, a terra poco prima del colpo di testa vincente dell’attaccante rossoblù. L’olandese della Juve tiene lontano l’avversario con un braccio largo, poi Scamacca gli dà una leggera spinta in avanti, facendolo cadere. Di Bello non fischia, anche se la condotta dell’autore del gol può essere ritenuta punibile, a essere fiscali. Il Var non ha comunque margini di intervento, l’arbitro ha valutato in campo.

Sampdoria-Napoli

—  

Una partita, diretta per il resto senza particolari difficoltà da Valeri, con due reti nel mirino. Il primo episodio sul gol del norvegese Thorsby che porta in pareggio il risultato. Ma il Var Aureliano interviene e manda l’arbitro al monitor dove si vede sì un appoggio di Thorsby nello stacco con cui batte Ospina su Koulibaly, ma soprattutto Keita Balde che finisce sul portiere del Napoli. Annullare quindi non è un errore. Prima della rete con cui Osimhen raddoppia, invece, l’allenatore blucerchiato Ranieri lamenta un fallo di Mertens che con un’ancata sbilancia ancora Thorsby che va di testa sul pallone, ma Valeri è a un passo e fa giocare su un falletto che non sembra sufficiente a invalidare il gol.

Roma-Bologna

—  

Davvero pochi scossoni all’Olimpico: Guida conduce senza problemi e non sembrano esserci irregolarità nell’intervento di Borja Mayoral su Danilo in stacco prima dell’1-0. Le ammonizioni ci stanno, severa quella a De Silvestri una tocca anche a Mihajlovic per proteste.

Fiorentina-Atalanta

—  

Timide proteste viola sull’azione che porta alla doppietta di Zapata, ma non c’è alcun fallo su Vlahovic. Il gol dell’1-2 nasce, invece, da una rimessa laterale invertita dall’assistente Di Vuolo: ultimo tocco di Bonaventura e non di Freuler. C’è al 68’ il rigore per la Dea: sfortunato Quarta, colpito sul braccio largo nella carambola con Ilicic. Un solo appunto da fare a Sacchi: al 34’ non ammonisce Milenkovic per il fallo su Muriel. Corretti gli altri gialli, compreso quello a Romero (salterà la Juve) per l’entrata imprudente su Vlahovic.



Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Una notte di orrore nella caserma dei carabinieri infedeli Corriereit

«Una notte di orrore nella caserma dei carabinieri infedeli»- Corriere.it

Covid Italia oggi Vaia Dobbiamo tornare a vivere

Covid Italia oggi, Vaia: “Dobbiamo tornare a vivere”