in

California, la sfida delle tre gemelline per i vestiti «no-gender». E la multinazionale cambia idea- Corriere.it

California la sfida delle tre gemelline per i vestiti no gender
Spread the love


La rivolta contro le «costrizioni» di genere ha un nuovo indirizzo, la forma di tre volti e una sorta di rivendicazione cromatica dal vago sapore femminista (del tipo: «il colore lo scelgo io e lo gestisco io»). L’indirizzo ci porta in California, a San Diego, i tre volti sono quelli di tre gemelle di sette anni che un giorno hanno scritto una lettera di protesta alla Costco, la seconda catena commerciale di ipermercati all’ingrosso americana e mondiale: «Perché la tuta rossa e nera dell’Adidas la etichettate per maschi mentre una rosa e grigia per donne?».

Obiezione

Per capire il contesto in cui nasce questa obiezione occorre partire dalla passione di Victoria, Madeleine e Sofia per il catalogo della Costco. Che sfogliano con molta attenzione. In quel catalogo un giorno le sorelle hanno notato una carenza: le opzioni limitate di abbigliamento per ragazze e la rigida divisione per genere. La tuta rosa e grigia «per loro», gli accappatoi con stravaganti squali e cappucci di dinosauro assegnati a un genere e costumi da bagno disponibili solo per i ragazzi. Non aveva senso per le bambine. Madeleine adora il nero e il verde neon («Penso di stare benissimo dentro» ha detto), mentre Sofia predilige il nero, il bianco e il rosso. Victoria ha suggerito di scrivere alla Costco. Nelle lettere le gemelle hanno definito la separazione dei colori di ragazzi e ragazze sciocca: «Il genere di cose che potresti sentire da un compagno di classe all’asilo ma non dagli adulti. Anche le ragazze hanno il diritto di indossare questa roba, proprio come i ragazzi hanno il diritto di indossare quella roba. Voglio solo assicurarmi — ha scritto Sofia — che voi sappiate che le ragazze hanno il diritto di indossare quello che vogliono». E Madeleine: «Per favore, potete smetterla di etichettare quei vestiti per ragazzi».


La lettera mandata da Sofia

Lettere

Al ritorno dal lavoro, mamma Higgins, che fa la farmacista, ha letto i testi, ha scattato alcune foto e ha spedito le lettere alla Costco Connection, la rivista mensile del rivenditore, la quarta più diffusa negli States. Con sua grande sorpresa ha ricevuto due risposte. Una da Tim Talevich, direttore editoriale di Costco Connection, e un’altra da Stacey Lazowski, l’acquirente di abbigliamento per bambini dell’azienda. «Siamo d’accordo e lavoriamo continuamente con il fornitore per rimuovere il sesso dalle etichette su tutti gli articoli di abbigliamento per bambini», ha detto Lazowski. «Anche a me piace vestirmi di nero e rosso». Talevich si è complimentato per le lettere «scritte in modo ponderato» e ha detto che la società avrebbe ricordato le preoccupazioni delle ragazze nelle storie della rivista.

Risposta

Sono stati giorni singolari quelli trascorsi da mamma Higgins. Non si aspettava quella risposta dai dirigenti della Costco. E non sapeva di aver allevato in casa tre figlie con una forte conscienza riguardo alle questioni di genere: « Sono nate e cresciute in una famiglia che è tutta incentrata sulla parità di diritti, ma sono rimasta sorpresa dalla consapevolezza che hanno riguardo al genere e alla rappresentanza. Mi fanno notare cose che altrimenti non avrei visto o che forse io dò per scontate. Per esempio quando guardiamo i vecchi film mi chiedono: “Perché c’è solo una ragazza?”». Sofia è contenta. Ha pure sorriso quando ha letto che Stacey Lazowski ama i suoi colori preferiti. Tuttavia ha una testa. Che pensa. Così rivolta alla mamma ha osservato: «Alla Costco hanno letto la mia lettera e hanno accettato. Mi hanno pure risposto di essere in completo accordo. Ma se erano già d’accordo, perché non l’hanno fatto prima?».

20 aprile 2021 (modifica il 20 aprile 2021 | 18:30)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link


Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

ecco quanto incasseranno e quanto potranno spendere i club Corriereit

ecco quanto incasseranno (e quanto potranno spendere) i club- Corriere.it

De Zerbi Superlega Milan Sassuolo Spezia Inter e Juve Parma le notizie sportive

De Zerbi, Superlega, Milan-Sassuolo, Spezia-Inter e Juve-Parma: le notizie sportive del giorno